venerdì, Giugno 25, 2021
HomeRecensioniCarol recensione del film con Cate Blanchett e Rooney Mara

Carol recensione del film con Cate Blanchett e Rooney Mara

Un capolavoro di stile e regia, con due protagoniste da Oscar. È questa la definizione che meglio riassume Carol, intenso e struggente dramma sentimentale di Todd Haynes (regista di Velvet Goldmine e Io Non Sono Qui) che, a tredici anni di distanza da Lontano dal Paradiso, torna a raccontarci l’America degli anni ’50 filtrata attraverso gli sguardi e i gesti di due glaciali e austeri personaggi femminili che nascondono emozioni sconfinate dietro un’apparente felicità che cela, a sua volta, tutti i segreti e i tabù tra piste e trenini per bambini, atmosfere natalizie e obiettivi di una macchina fotografica.

Ambientato a New York, il film segue la storia di Therese Belivet (Mara), giovane commessa in un grande magazzino di Manhattan che un giorno conosce Carol Aird (Blanchett), un’affascinante signora intrappolata in un matrimonio ormai agli sgoccioli. Tra le due donne, di età diverse e provenienti da ambienti sociali differenti, scatta da subito un’improvvisa ed immediata intesa che ben presto si trasforma in un profondo e forte legame. Quando la relazione viene allo scoperto, le due amanti saranno costrette a interrompere ogni tipo di contatto e piegarsi al volere di una società chiusa e intransigente, subito pronta a puntare il dito e a giudicare.

carol

Carol recensione del film con Cate Blanchett e Rooney Mara

Tratto dal secondo romanzo della scrittrice di gialli americana Patricia Highsmith (dal titolo “The Price of Salt”), Carol è in tutto e per tutto un’opera d’arte. Todd Haynes mette il suo talento e la sua classe a servizio di una pellicola sofisticata ed elegante che cattura un’epoca ben precisa per raccontare non solo la condizione femminile, ma anche le sfide e le difficoltà – purtroppo ancora attuali – di persone che vivono un amore non da tutti considerato “normale”.

La regia precisa e sinuosa di Haynes, unita alla splendida fotografia di Edward Lachman e alle meravigliose musiche di Carter Burwell, incastona Cate Blanchett e Rooney Mara (premiata a Cannes 2015 – dove il film è stato presentato in anteprima – come Migliore Attrice Protagonista) in quadri dalla potenza espressiva a tratti inarrivabile, accompagnando lo spettatore in un viaggio sensoriale  lo mette in connessione non soltanto con la storia e con le sue “eroine”, ma anche con ogni singolo dettaglio che appare sullo schermo e arricchisce il racconto.

carol

Carol è un sogno ad occhi aperti: un quadro meraviglioso che dialoga con lo spettatore per 118 tesissimi e incantevoli minuti sull’imprevedibilità dell’amore, sulle prigioni emotive che ci incatenano e sul coraggio di scoprire chi siamo realmente, non solo attraverso le decisioni che prendiamo ogni giorno, ma anche grazie alle persone che incrociano il nostro cammino.

Presentato in anteprima italiana alla decima edizione della Festa del Cinema di Roma, Carol è uscito nelle sale italiane, distribuito da Lucky Red, il 5 gennaio 2016. Il film è stato candidato a 6 premi Oscar, incluso migliore attrice protagonista (Blanchett), migliore attrice non protagonista (Mara) e miglior sceneggiatura non originale.

Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recenti

- Advertisment - Aggiungi MGM al tuo Prime Video. Di più dei classici che ami!