Mulan: la regista Niki Caro a Milano per presentare il live action Disney

scritto da: Moviestruckers

Nella giornata di ieri a Milano, la regista Niki Caro ha presentato le prime immagini della rivisitazione in chiave live action del classico d’animazione Disney del 1998 Mulan, che arriverà nelle sale italiane il prossimo 26 marzo. Il film racconta l’epica storia della leggendaria guerriera, una giovane donna senza paura che rischia ogni cosa per proteggere la propria famiglia e il proprio Paese, diventando uno dei più grandi guerrieri che la Cina abbia mai conosciuto.

Divenuta celebre nel lontano 2002 grazie a La ragazza delle balene, film che ha vinto numerosi premi internazionali, quali un BAFTA per il miglior lungometraggio e il premio di miglior film straniero al Sundance Film Festival, la neozelandese Niki Caro, classe 1966, è abituata a raccontare storie di donne dalla forte personalità, basti pensare a North Country con Charlize Theron o al più recente La signora dello zoo di Varsavia con Jessica Chastain. Nel corso del incontro stampa, la regista ha ricordato i suoi primi anni in Nuova Zelanda e le difficoltà nel cercare di realizzare un sogno, quella di diventare regista: “Se oggi ripenso agli inizi della mia carriera, non riesco a credere di essere arrivata fino a questo punto”, ha dichiarato.

La storia del live action di Mulan inizia quando l’Imperatore della Cina decreta che un uomo per ogni famiglia dovrà arruolarsi nell’Armata Imperiale per difendere il Paese dall’attacco di invasori provenienti dal Nord. Hua Mulan, la figlia maggiore di un rispettato guerriero, prende il posto del padre malato. Dopo essersi travestita da uomo ed essersi arruolata con il nome di Hua Jun, Mulan verrà messa alla prova in ogni momento del suo cammino e dovrà trovare la propria forza interiore e dimostrare tutto il suo autentico potenziale. Nel corso di questo epico viaggio si trasformerà in una stimata guerriera guadagnandosi il rispetto di una nazione riconoscente e l’orgoglio di un padre.

“In molti pensano che dirigere un film d’azione può essere strano per una donna. Mai affermazione fu più sbagliata”, ha spiegato Niki Caro. “Per me, essere sul set insieme a centinaia di comparse e avere la possibilità di muovermi liberamente con la macchina da pressa, è stata una delle cose più naturali del mondo. Eppure, non lo avevo mai fatto prima. L’azione è parte integrante di questa storia ed è stata fondamentale per la costruzione del personaggio di Mulan e delle sue origini, ma anche e soprattutto del suo spirito, della sua anima. È veramente una donna dura, tosta, che sa che non potrebbe fingere mai.”

Credit: Virginia Bettoja

Il film vanta un acclamato cast internazionale che comprende Liu Yifei nei panni di Mulan, Donnie Yen nel ruolo del Comandante Tung, Jason Scott Lee nel ruolo di Böri Khan e Yoson An nel ruolo di Cheng Honghui, con la partecipazione di Gong Li nel ruolo di Xianniang e di Jet Li nel ruolo dell’Imperatore.

A proposito del casting della protagonista, la regista ha spiegato: “Trovare la nostra Mulan non è stato un processo facile. Abbiamo trascorso tantissimi mesi in Cina per riuscire a trovarla e inizialmente non ci siamo riusciti. Dopo un po’ di tempo ci siamo ritornati e alla fine abbiamo finalmente trovato Liu, che si è rivelata la scelta vincente. Non avrei mai potuto iniziare a girare un film come questo se non avessi trovato l’attrice giusta: in quel caso, avrei rifiutato. Liu è dotata di un talento sconfinato. Era già molto abile con la spada e nelle arti marziali. Inoltre, è un’ottima cavallerizza e ha anche una splendida voce. È nata per interpretare Mulan.”

Niki Caro ha poi parlato dell’approccio al classico originale Disney e ha spiegato perché nel live action non vedremo il personaggio di Mushu, doppiato nel film d’animazione del 1998 da Eddie Murphy: “Ho visto Mulan un paio di anni dopo l’uscita nelle sale. Ricordo di averlo visto in televisione insieme alle mie figlie. Quel classico è un pezzo di storia della Disney al quale sono molto, molto legata e che rispetto profondamente. È questo il motivo che mi ha spinto a non inserire il personaggio di Mushu nel mio live action: è un personaggio talmente iconico, talmente amato, così perfetto, che avrei soltanto rischiato di rovinarlo. Così ho preferito non inserirlo e messete insieme un altro tipo di vicenda. Più vera, più intima, ma allo stesso tempo epica.”

Tanto il live action quanto il Classico Disney sono ispirati alla leggenda cinese della leggendaria eroina di Hua Mulan, narrata nel celebre poema narrativo “La ballata di Mulan”. A proposito del peso della storia e dell’impatto culturale che il film avrà, la regista ha dichiarato: “La storia di Mulan è stata tramandata di generazione in generazione. È una storia che tutti i bambini conoscono. Ecco perché ho sentito una forte responsabilità culturale mentre lavoravamo al film. Mi sono immersa in tutta una serie di ricerche davvero approfondite prima di iniziare a girare, in modo da assicurarmi la totale aderenza culturale e il rispetto verso la storia.”

Ma qual è la cosa che rende così speciale un racconto come Mulan? Niki Caro risponde così: “Penso che la cosa più affascinante di Mulan sia che nonostante la specificità culturale della storia, essa contenga al suo interno un messaggio universale, che può essere compreso da tutti: la devozione verso la famiglia. Credo che in Italia sia qualcosa che comprendete molto bene.”

Guarda il trailer ufficiale di Mulan

Moviestruckers

Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.


Siti Web Roma