Emma Watson: la principessa ribelle che ha stregato Hollywood

scritto da: Redazione

Niente male per una ragazza destinata, secondo i suoi genitori, a diventare dentista o avvocato e a cui il successo è venuto incontro, a suo dire, per caso. Chi ha amato visceralmente la saga di Harry Potter l’ha vista praticamente crescere. La  saccente e irresistibile Hermione Granger si è trasformata in una sofisticata british lady, con ruoli sempre più importanti e un significativo impegno nel sociale. Emma Watson è la classica ragazza di cui ci si potrebbe innamorare al primo sguardo: affascinante ma sobria, intelligente ma non presuntuosa, sexy in modo naturale.

Forse non a caso il suo volto pulito e fresco l’ha resa l’attrice preferita dai registi quando si tratta di interpretare ruolo adolescenziali. Dal primo all’ultimo film tratto dai romanzi di J.K. Rowling, la Emma-persona è diventata specchio del personaggio. Ma dopo Chris Columbus, Alfonso Cuaròn e David Yates non si è scrollata di dosso la sua aria da teenager, sempre in bilico fra adolescente sbarazzina ed elegante principessa.

Sofia Coppola l’ha infatti voluta per il suo Bling Ring, storia di un gruppo di adolescenti che, attratti dal glamour delle star, rubano loro oggetti come feticcio. Stesso discorso per Noi Siamo Infinito, dove la Watson interpreta Sam, sedicenne tormentata e trasgressiva ma dal cuore coraggioso e nobile. Un paradosso probabilmente per chi ha vissuto praticamente tutta l’adolescenza sul set di un film fantasy, non potendo godere a pieno di quel periodo specifico della vita.

Spesso i personaggi di Emma Watson coincidono con il suo spirito diviso tra senso di giustizia e ribellione alle convenzioni. Non ultima Belle, l’affascinante protagonista del live action Disney La Bella e la Bestia. Durante un’intervista la Watson ha rivelato  di aver optato per questo ruolo (l’attrice aveva in precedenza rifiutato  il ruolo di Cenerentola nel film di Kenneth Brannagh) proprio perché lo trovava maggiormente nelle sue corde.

La coraggiosa “principessa” rappresenta infatti la rottura con i canoni Disney precedenti. La Bestia non è certo il classico eroe sul cavallo bianco e Belle non è il tipo di ragazza che attende che l’amore la riscatti. “Non si fa influenzare da nessuno, prende le sue decisioni da sola, è curiosa, risoluta, sa quanto sia importante per una donna essere acculturata”, ha detto Emma in una recente intervista.

Emma Watson: la principessa ribelle che ha stregato Hollywood

Un personaggio del tutto in linea con l’ideale di donna che l’attrice britannica, di origini francesi, cerca di portare avanti. Emma Watson è infatti ambasciatrice della Un Women, un ente delle Nazioni Unite che lavora per favorire il processo  di crescita e sviluppo della condizione delle donne e della loro partecipazione pubblica. Il video relativo alla campagna Heforshe è diventato virale, sviluppando una vivace conversazione sul femminismo moderno: l’obiettivo è infatti favorire nella lotta agli stereotipi il coinvolgimento degli uomini, incoraggiandoli a stare al fianco alle ragazze nelle disuguaglianze che ogni giorno devono affrontare.

Nel novembre del 2014 conduce persino un’intervista con Malala Yousafzai, vincitrice del premio Nobel per la pace nel 2014, per presentare in Gran Bretagna il film documentario sulla vita delle giovane attivista pakistana. Il lavoro svolto con l’associazione le è valso un posto nella prestigiosa lista delle 100 persone più influenti della rivista TIME.

Il suo impegno per un mondo migliore si è concentrato anche sulla moda sostenibile, vivendola letteralmente “sulla sua pelle”. L’attrice collabora infatti con Livia Firth, promotrice del Green Carpet Challenge, progetto che ha l’obiettivo di portare sui tappeti rossi dei grandi festival vestiti realizzati con materiali organici o riciclati.

Oltre all’impegno con la moglie dell’attore inglese, ha lanciato una sua linea di moda per People Tree, casa di moda green e di commercio equo e solidale. La sua iniziativa non è passata inosservata nemmeno alla stilista Alberta Ferretti, che ha deciso di realizzare con lei una linea di prodotti in fibra organica.

Da maghetta a una delle star più famose e impegnate di Hollywood. Che abbia davvero fatto un incantesimo? Mentre continua il successo in Italia e nel resto del mondo de La Bella e la Bestia, il prossimo 27 aprile Emma Watson tornerà sui nostri schermi con The Circle, adattamento cinematografico del romanzo “Il cerchio” di Dave Eggers del 2013, in cui recita al fianco del due volte premio Oscar Tom Hanks.

Redazione

La redazione di Moviestruckers è composta da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.


Siti Web Roma