The Falcon and the Winter Soldier: tutto quello che sappiamo su John Walker

Dopo i primi due episodi di The Falcon and the Winter Soldier, ripassiamo tutto quello che sappiamo finora su John Walker.

John Walker (Wyatt Russell), sostituto governativo del compianto Captain America, è un personaggio che da subito ha mandato segnali ambigui al pubblico. Già nella scena in cui è stato introdotto, durante il finale del primo episodio della serie The Falcon and the Winter Soldier, il nuovo “paladino” ha fatto sentire puzza di bruciato, sfoggiando il suo ormai famigerato occhiolino.

Il novellino, anche se animato da buone intenzioni, sembrerebbe una marionetta nelle mani del governo, non un vero faro di giustizia come il suo predecessore Steve Rogers (Chris Evans), pronto a mettere in discussione gli ordini e a ribellarsi per la scelta ritenuta più giusta (se non lo avete fresco, ripassate Captain America: Civil War). All’inizio del secondo episodio questo Cap dà l’impressione di essere una vera e propria trovata pubblicitaria; un mero simbolo vuoto, quello che il governo voleva fosse anche Steve. Vi ricordate quando nel primo film lo utilizzarono come semplice mascotte per vendere titoli di guerra? Non avevano previsto – sottovalutando il suo coraggio – che il nostro sarebbe corso a combattere al fronte, pronto a salvare i suoi amici.

Walker ha mostrato anche un lato positivo e amichevole, cercando di collaborare con Falcon (Anthony Mackie) e Bucky (Sebastian Stan), ma l’aggressività con cui ha reagito dopo il loro rifiuto – “Vi do un consiglio. Vedete di non intralciarmi.” – ha ulteriormente rafforzato i nostri dubbi. Andiamo quindi ad analizzare, punto per punto, quello che sappiamo sul personaggio, basandoci in parte anche sulla sua versione a fumetti e azzardando qualche speculazione.

4Come le origini di John Walker sono state cambiate dal fumetto

I Marvel Studios, in questa versione del MCU, hanno riscritto le origini di John Walker. Nei fumetti una versione illegale del siero del super soldato viene iniettata a Walker e alla sua spalla Battlestar (nella serie interpretato da Clé Bennett) dalla corporation Power Broker; in seguito i due danno vita ad una campagna diffamatoria contro Captain America. Walker ritiene Steve Rogers un simbolo datato, un uomo che vive in un’America del passato, incapace di affrontare i problemi del presente: questo il punto focale della sua campagna. Il personaggio è presentato da subito sotto una luce negativa: battezzatosi Super Patriot, Walker fa inscenare da Battlestar attacchi durante i suoi comizi, per poi fare la figura dell’eroe. Quando Steve Rogers abbandona il ruolo di Cap, deluso dalla corruzione della politica americana, John Walker viene scelto dal governo come suo sostituto. Assolutamente inadatto al ruolo perché instabile e violento, costringerà Steve ad intervenire per fermarlo.

La versione MCU di John Walker è presentata come una figura con cui è più facile simpatizzare. Non è totalmente a suo agio nel ruolo, ma vuole tuttavia essere utile come strumento di propaganda. Sembrerebbe comunque compiaciuto dall’adulazione della folla, godendosi il ruolo di idolo che Steve mal sopportava. Gli aspetti più problematici del personaggio sono, almeno per ora, assenti. Ci sono comunque tracce del Walker dei fumetti, piccoli comportamenti ambigui – come sottolineato nell’introduzione – che preannuncerebbero l’avvento del suo lato più oscuro.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui