The Last of Us: HBO ordina la prima stagione completa della serie

scritto da: Stefano Terracina


Dopo mesi passati a sviluppare il pilot di un potenziale adattamento per il piccolo schermo dell’acclamato The Last of Us, il popolare videogioco horror action-adventure del 2013, sviluppato da Naughty Dog e pubblicato da Sony Interactive Entertainment, arriva ora la notizia che HBO ha dato ufficialmente il via libera alla realizzazione della prima stagione completa della serie.

Come annunciato in precedenza, sarà il vincitore dell’Emmy Johan Renck ad occuparsi della regia. Renck tornerà così a collaborare con Craig Mazin dopo l’acclamata serie Chernobyl: lo show, infatti, verrà sviluppato proprio da Mazin, che scriverà la sceneggiatura insieme a Neil Druckmann (autore e direttore creativo del videogicoo).

La storia di The Last of Us

The Last of Us è ambientato negli Stati Uniti, nel 2013. Joel è un padre single che vive con sua figlia adolescente, Sarah. Una sera si scatena il caos in città: un fungo parassita chiamato Cordyceps che già precedentemente causò problemi all’agricoltura a livello mondiale, evolvendosi ha cominciato ad infettare anche gli esseri umani, mutandoli in creature mostruose. Padre e figlia cercano di scappare lontano dalla città ma Sarah viene colpita e ferita da un colpo di fucile sparato da un militare che aveva avuto l’ordine di abbattere chiunque gli si parasse davanti. Purtroppo la ferita si rivela fatale per la ragazzina: la piccola muore tra le braccia di Joel, che rimarrà profondamente segnato dall’accaduto.

L’adattamento televisivo di The Last of Us seguirà gli eventi narrati nel primo gioco, con la possibilità di elementi presi in prestito dai vari sequel. Criag Muzin figurerà anche in qualità di produttore esecutivo insieme a Carolyn Strauss e Evan Wells, presidente di Naughty Dog.


Stefano Terracina

Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma