martedì, Agosto 9, 2022
HomeRecensioniUna Vita da Gatto, recensione del film con Kevin Spacey

Una Vita da Gatto, recensione del film con Kevin Spacey

Articolo a cura di Marco Lombardi

Ci stiamo avvicinando al periodo natalizio e come consuetudine i film per famiglie iniziano a fare capolino nelle nostre sale. Uno di questi è Una Vita da Gatto (in originale Nine Lives), il nuovo film con una delle star più acclamate di Hollywood, Kevin Spacey.

Tom Brand (Spacey) è un miliardario dall’ego smisurato che non riesce a dedicare molto tempo alla sua famiglia. Per recuperare il rapporto con la figlia più piccola decide di regalarle per il compleanno un gatto che la bambina desidera da molto tempo. Mentre si reca alla festa viene coinvolto in un incidente molto grave. Quando riprende conoscenza si ritrova magicamente nel corpo del gatto appena acquistato. Adottato dalla propria famiglia cercherà di rimediare alla sua mancanza di genitore e marito comportandosi più amorevolmente, anche se intrappolato nel corpo del felino.

Spacey, noto anche per la sua indimenticabile performance nella serie televisiva di successo House of Cards, si sente a proprio agio nei panni di un altro uomo dalle infinite risorse come appunto l’ultra miliardario Tom Brand, che con le dovute proporzioni ha anche lui le sue conoscenze nei piani alti della società (non a caso nel suo studio di casa ha una foto con l’ex presidente George W. Bush). Una volta lasciate le fattezze del ricco uomo d’affari, il due volte premio Oscar si diverte a dare la voce all’animale chiamato Mister Fuzzypants e a combinarne di tutti i colori per poi rendersi conto che l’amore della sua famiglia è più importante delle cose materiali che lo circondano.

Nonostante i numerosi ruoli drammatici che hanno contribuito ad accrescere la sua fama come uno dei più grandi attori viventi, l’attore americano non è certo nuovo a interpretare anche parti in film meno impegnati come L’Uomo che Fissa le Capre e Come Ammazzare il Capo 2. Sotto la supervisione di un mestierante come Barry Sonnefeld specializzato in prodotti di puro entertainment come La Famiglia Adams e Men in Black, Spacey risulta perfetto nella duplicità del ruolo.

Una Vita da Gatto si avvale dell’esperienza del regista nel lavorare in pellicole con la presenza di animali riprodotti attraverso la computer grafica (anche se, per rendere più naturali i movimenti degli stessi, sono stati utilizzati sei gatti veri come attori che hanno suggerito agli sviluppatori situazioni divertenti come mostrare il gatto mentre scrive o apre una bottiglia di whiskey). Il film si avvale inoltre di un cast di supporto di tutto rispetto che comprende nel ruolo della moglie di Brand Jennifer Garner e uno spassoso Christopher Walken nei panni di Felix Perkins, l’eccentrico proprietario di un negozio di animali.

Una Vita da Gatto racconta una storia per famiglie che però mischia al suo interno i generi cinematografici di commedia leggera dai risvolti soprannaturali. Un’idea non nuovissima che richiama alla mente film di scambi di personalità come Quel Pazzo Venerdì e Big, ma che può sicuramente andar bene ad un pubblico di tutte le età.

Guarda il trailer ufficiale di Una Vita da Gatto

Redazione
Redazione
Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -