Peppermint – L’Angelo della Vendetta, recensione dell’action con Jennifer Garner

scritto da: Carlotta Guido

Peppermint – L’Angelo della Vendetta è il nuovo lungometraggio firmato da Pierre Morel (Io vi troverò, The Gunamn) e prodotto dalla Lakeshore Entertainment che riporta Jennifer Garner nei panni di un action hero dallo scatto facile dopo i fasti di Daredevil (2003).

Riley North (Jennifer Garner) vive serenamente la sua esistenza familiare assieme a sua figlia Peg (Pell James) e al marito Chris (Jeff Hephner). A causa di un ipotetico coinvolgimento di quest’ultimo su un furto da attuare nei confronti di un noto trafficante del cartello messicano, Diego Garcia (Juan Pablo Raba), Riley assiste impotente all’assassinio della sua famiglia. Il processo a seguito della tragedia non sarà in grado di far affiorare il torbido che si cela dietro la vicenda di Riley e per questo la donna deciderà di farsi giustizia da sola.

Seguendo le tendenze del momento, Peppermint – L’Angelo della Vendetta cerca di evocare, in chiave molto pop e molto americana, la figura dell’eroina vendicatrice. Sfortunatamente il lungometraggio non riesce a colmare a pieno questa necessità, portando sullo schermo un prodotto con un’idea alla base interessante ma non sviluppata nel suo complesso.

Tuttavia Jennifer Garner riesce a dividersi egregiamente tra la figura di madre aperta e affettuosa del segmento iniziale del film e quella della donna disperata in cerca di risposte alle sue sofferenze. Il film vuole proporre l’idea di una persona che riesca a battersi non solo per se stessa ma per il mondo intero, nella volontà di smascherarsi ambiguità, scorrettezze e idiosincrasie di una società oramai profondamente corrotta.

Il carattere veicolato dal personaggio di Riley trova forza nella sua corporeità e nella sua estrema capacità di risoluzione. Il pensiero dei propri cari fa sì che la donna non riesca a farsi battere da alcunché ed ogni sua azione si apre verso nuove prospettive: dal personale all’universale.

Il film si pone quindi come una versione blockbuster di quella tradizione cinematografica che si muove a metà tra le acrobazie action dei personaggi interpretati da Liam Neeson ed il rumore e la ridondanza tra pop e pulp varata dalla famigerata serie di Kill Bill di Quentin Tarantino.

Peppermint – L’Angelo della Vendetta (qui il trailer italiano ufficiale), nei suoi punti di forza ma anche nelle sue frivolezze, rimane tuttavia un tassello cinematografico interessante per essere figlio del proprio tempo, eco di un desiderio di innovazione nel panorama della produzione contemporanea. Il film sarà nelle sale a partire dal 21 marzo prossimo grazie a Lucky Red.

Guarda il trailer ufficiale di Peppermint

Carlotta Guido

Redattrice | Dopo la visione de Il Padrino Parte II capisce che i suoi film preferiti saranno solo quelli pari o superiori alle tre ore | Film del cuore: Il Padrino | Il più grande regista: Aleksandr Sokurov | Attore preferito: Marlon Brando | La citazione più bella: "Il destino è quel che è, non c’è scampo più per me" (Frankenstein Junior)


Siti Web Roma