domenica, Ottobre 2, 2022
HomeRecensioniAlpha - Un'Amicizia Forte Come la Vita, recensione del film con Kodi...

Alpha – Un’Amicizia Forte Come la Vita, recensione del film con Kodi Smit-McPhee

Un film sul coraggio e sulla capacità di autodeterminarsi, questa è l’essenza di Alpha – Un’Amicizia Forte Come la Vita (Alpha) di Albert Hughes. Il film sarà distribuito in Italia dalla Warner Bros e uscirà il prossimo 6 dicembre.

Circa ventimila anni fa, al termine dell’ultima Era Glaciale, Keda (Kodi Smith-McPhee), il giovane figlio di un un capo tribù si trova a fare i conti con la sua iniziazione verso la caccia e la sopravvivenza in una Terra davvero ostile. Tuttavia, il ragazzo si lascia guidare più dalla testa e dal cuore che dalla forza bruta, e si rende conto ben presto di avere esigue possibilità nel prendere il posto del padre.

Durante una battuta di caccia Koda viene creduto morto dalla sua tribù e si trova perciò costretto a sopravvivere da solo in un territorio sconosciuto ed ostile. Solo l’incontro/scontro con il lupo Alpha riuscirà a far scaturire tutta la prodezza che è insita nel suo animo.

Alpha – Un’Amicizia Forte Come la Vita si sviluppa come una fiaba-kolossal dal forte impatto visivo, con i suoi ampi paesaggi grandangolari e i suoi netti contrasti di colore. La costruzione di un habitat a metà tra la Storia e l’Immaginario, riesce a donare all’intero lungometraggio una sensazione di forte anacronismo leggendario.

Tale immaginario, sospeso tra innovazione e rievocazione, riesce a regalare al film un giusto tono epico, adatto a veicolare una narrazione che assomiglia quasi a una saga nordica, sia per ambientazioni che per l’insegnamento finale. Per certi versi, la regia di Albert Hughes decide di dare molto più spazio alla messa in scena evocativa e spaziale rispetto a quella interpretativa, facendo immergere – o quasi inghiottire – i personaggi nel gigantesco spazio circostante.

Alpha – Un’Amicizia Forte Come la Vita si propone come un intrattenimento perfetto per un target molto giovane che, quasi sicuramente, si ritrova a vivere le stesse situazioni del giovane Koda, in perenne ricerca del proprio coraggio e della propria collocazione nella società degli albori.

Tema fondante e fondamentale di tutta la linea drammaturgica del film è, quindi, non solo l’approfondimento di un legame forte tra un essere umano e un animale, ma anche la costruzione della propria identità, l’imparare a diventare leader di se stessi.

In Alpha – Un’Amicizia Forte Come la Vita (qui il trailer italiano ufficiale) viene dimostrato come l’essenza della singolarità sia necessaria a porre le basi affinché un gruppo, una società, una popolazione sia in grado di crescere e svilupparsi in modo sano, diventando un monito per le generazioni future.

Guarda il trailer ufficiale di Alpha

Carlotta Guido
Carlotta Guido
Dopo la visione de Il Padrino Parte II capisce che i suoi film preferiti saranno solo quelli pari o superiori alle tre ore | Film del cuore: Il Padrino | Il più grande regista: Aleksandr Sokurov | Attore preferito: Marlon Brando | La citazione più bella: "Il destino è quel che è, non c’è scampo più per me" (Frankenstein Junior)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -