giovedì, Luglio 7, 2022
HomeNewsSpider-Man: No Way Home, Alfred Molina credeva di essere troppo vecchio per...

Spider-Man: No Way Home, Alfred Molina credeva di essere troppo vecchio per Doc Ock

Alfred Molina ha rivelato che all'inizio credeva di essere ormai troppo vecchio per tornare nei panni di Doc Ock in Spider-Man: No Way Home.

Alfred Molina, che abbiamo visto ancora una volta nei panni del Doctor Octopus in Spider-Man: No Way Home, credeva di essere troppo vecchio riprendere il ruolo dell’iconico villain nel Marvel Cinematic Universe.

Molina, che ha interpretato per la prima volta Doc Ock in Spider-Man 2 del 2004, diretto da Sam Raimi, ha parlato del ritorno nei panni del personaggio dopo quasi due decenni dopo, in un recente episodio del podcast Household Faces with John Ross Bowie.

“C’è una scena in cui Doc incontra improvvisamente lo Spider-Man di Tobey Maguire, e lui gli chiede: ‘Come sta, Dottore?’ E io rispondo: ‘Oh mio dio, è bello vederti'”, ha ricordato l’attore.

“Mi sono commosso molto in quella scena… Ovviamente, è stato delizioso rivedere Tobey. Ci siamo divertiti sul set… Penso di aver pensato qualcosa del tipo: ‘Sono terrorizzato dall’idea di poter essere un un po’ troppo vecchio per tutto questo.'”

Fortunatamente per Molina, il team degli effetti visivi di Spider-Man: No Way Home è riuscito, attraverso la tecnica del de-aging, a permettere all’attore di interpretare di nuovo il personaggio in maniera convincente.

Tutttavia, nonostante le possibilità fornite da questa sorprendente tecnologia e la risposta positiva alla performance di Molina nel film, l’attore ha comunque confermato che non si aspetta di interpretare nuovamente Doctor Octopus.

“Non credo che potrebbe accadere”, ha detto Molina, citando il viaggio di redenzione di Doc Ock in No Way Home come motivo per cui non avrebbe senso riportarlo indietro.

Quello che c’è da sapere su Spider-Man: No Way Home

Spider-Man: No Way Home (qui la recensione) è uscito nelle sale italiane il 15 dicembre 2021. Il film è diretto ancora una volta da Jon Watts, già regista di Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far From Home. Nel cast, oltre a Tom Holland nei panni di Peter Parker, figurano anche Zendaya in quelli di MJ e Jacob Batalon in quelli di Ned, mentre Benedict Cumberbatch torna nei panni di Doctor Strange.

Nel film figurano anche il premio Oscar Jamie Foxx, che torna ad interpretare Electro dopo The Amazing Spider-Man 2 di Marc Webb, così come Alfred Molina, ancora una volta nei panni di Doctor Octopus dopo la sua apparizione in Spider-Man 2 di Sam Raimi. Tra gli altri nemici dell’Uomo Ragno provenienti da altri franchise che figurano nel film, ci sono anche il Green Goblin di Willem Dafoe, il Sandman di Thomas Haden Church e il Lizard di Rhys Ifans.

Per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man, il nostro amichevole eroe di quartiere è smascherato e non può più separare la sua vita privata dalle grandi responsabilità di essere un Supereroe. Quando chiede aiuto a Doctor Strange, la posta in gioco si fa sempre più rischiosa e lo porterà a scoprire cosa significa realmente essere Spider-Man.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -