giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeNewsSpawn: il nuovo film non sarà una storia di origini

Spawn: il nuovo film non sarà una storia di origini

In una recente intervista con Yahoo!Entertainment, Todd McFarlane è tornato a parlare di Spawn, reboot dedicato al personaggio dei fumetti da  creato nel 1992 dallo stesso McFarlane e pubblicato dalla Image Comics (anche se i diritti sono della Todd McFarlane Production). Nel corso dell’intervista, il regista ha specificato che il nuovo film non sarà una storia di origini. Queste le sue parole:

“Nel film Lo Squalo di Steven Spielberg ci troviamo di fronte a questa creatura spaventosa di cui non sappiamo niente. Non sappiamo da dove proviene, non sappiamo perché sia così grande. Ma ci interessa saperlo? No. La stessa cosa accade per gli alien di John Carpenter ne La Cosa. A nessuno interessa il perché del loro accanimento sugli esseri umani. La cosa più importante è che la storia sia coinvolgente, che sia spaventosa e che sappia catturara il pubblico. Spawn è un personaggio che è stato creato 25 anni fa. Da allora si è evoluto. Io voglio raccontare chi è diventato ora. Non possiamo tornare indietro ogni volta.”

Cosa ne pensate?  Ricordiamo che il produttore del film sarà Jason Blum, dietro al successo di pellicole quali La Notte del Giudizio, Get Out e Split.

Spawn: il nuovo film non sarà una storia di origini

Spawn ha avuto una trasposizione cinematografica nel 1997, interpretata dall’attore Michael Jai White e da John Leguizamo nel ruolo del Clown. Tempo fa Todd McFarlane aveva dichiarato che il nuovo film sarebbe stata una trasposizione “moderna” del fumetto. Vi terremo aggiornati.

La biografia del personaggio

Spawn è l’alter ego di Al Simmons, un sicario dei servizi segreti statunitensi che decide di ritirarsi ma la C.I.A., temendo che potesse rivelare notizie segrete, ne ordina l’eliminazione. Simmons viene quindi ucciso e si ritrova all’Inferno dove un demone di nome Malebolgia gli propone un patto: «Rivedrai tua moglie Wanda, in cambio comanderai il mio esercito nell’Armageddon, conducendolo sino ai cancelli del Paradiso». Simmons accetta il patto e ritorna sulla Terra ma con un corpo deforme, dei poteri sovrannaturali e una armatura vivente. Inoltre sono passati cinque anni dalla sua morte e Wanda si è risposata e ha avuto una figlia che lui non era stato capace di darle.

Come se ciò non bastasse il potere si consuma con l’uso e Spawn dovrà fare ritorno all’Inferno per ricaricarsi. Ribellatosi quindi al demone si ritrova solo a New York a vivere coi senzatetto nella Città dei Topi. Simmons rivorrebbe indietro la sua vita ma si ritrova braccato dalle forze infernali per il suo tradimento, da quelle del Paradiso per il solo fatto di esistere e dai servizi segreti americani che lo credono ancora vivo e pericoloso. In seguito a dargli la caccia si aggiunge anche la Mafia perché disturbata dalla sua attività di protettore di diseredati.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -