domenica, Marzo 26, 2023
HomeNewsRidley Scott su Blade Runner 2049: "È troppo lungo, ed è solo...

Ridley Scott su Blade Runner 2049: “È troppo lungo, ed è solo colpa mia”

Nel corso di una recente intervista con Vulture in occasione della promozione di Tutti i Soldi del Mondo (la stessa in cui il regista ha parlato della possibilità di dirigere un film di Star Wars), Ridley Scott ha avuto la possibilità di riflettere sul flop di Blade Runner 2049.

A proposito del film di Denis Villeneuve che Scott ha prodotto e co-sceneggiato, il regista ha dichiarato che le ragioni dell’insuccesso della pellicola sono da ricercare nella sua eccessiva durata, della quale lo stesso Scott si assume la piena responsabilità: “Devo stare attento a ciò che dico, ma dannazione: era veramente troppo lungo, e la colpa è solo mia“, ha dichiarato il regista.

Dopo aver rivelato che l’idea di incentrare il film sul figlio di Deckard e Rachel è stata sua, ha aggiunto: “Volevo creare un’intelligenza artificiale. Prendere un maschio e una femmina che non sapranno mai di essere due AI, farli incontrare, farli innamorare e farli concepire un figlio. Questo nel primo film. Nel secondo volevo mostrare cosa era successo al bambino. Serviva dunque il bambino, non la madre. Ecco perché quest’ultima doveva morire quattro mesi dopo aver allattato. Sono tutte idee mie. Anche quella delle ossa che vengono ritrovate nella scatola ai piedi dell’albero. Anche la fidanzata in digitale è opera mia. Volevo un’evoluzione da Pris, che era forse troppo sexy nell’originale.”

Cosa ne pensate?

Ridley Scott su Blade Runner 2049: “È troppo lungo, ed è solo colpa mia”

Blade Runner 2049 (qui la nostra recensione) è diretto da Denis Villeneuve (Sicario, Prisoners) con Harrison Ford nuovamente nei panni dell’iconico personaggio Rick Deckard. La sceneggiatura del sequel, ambientato diverse decadi dopo l’originale pellicola del 1982, è stata affidata a Hampton Francher e Michael Green, e segue la storia originale scritta da Francher e David Peoples basata sul romanzo di Philip K. Dick, “Il Cacciatore di Androidi”.

Trent’anni dopo gli eventi del primo film, un nuovo blade runner, l’Agente K della Polizia di Los Angeles (Ryan Gosling) scopre un segreto sepolto da tempo che ha il potenziale di far precipitare nel caos quello che è rimasto della società. La scoperta di K lo spinge verso la ricerca di Rick Deckard (Harrison Ford), un ex-blade runner della polizia di Los Angeles sparito nel nulla da 30 anni.

Fanno parte del cast Ryan Gosling, Harrison Ford, Robin Wright, Ana de Armas, Sylvia Hoeks, Carla Juri, Mackenzie Davis, Barkhad Abdi, Dave Bautista, David Dastmalchian e Hiam Abbass. Produttori esecutivi del film sono Frank Giustra e Tim Gamble, CEO di Thunderbird Film. Lo stesso Ridley Scott sarà produttore esecutivo della pellicola così come Bill Carraro.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -