No Time to Die: il Safin di Rami Malek sarà il più grande villain della saga

scritto da: Stefano Terracina


In una recente intervista con GQ, il regista di No Time to Die, Cary Joji Fukunaga, ha parlato del cattivo del nuovo film di Bond a lungo rimandato, Safin, rivelando che il misterioso personaggio di Rami Malek sarà più pericoloso rispetto al Blofeld di Christopher Waltz in Spectre. Malek ha descritto Safin come un antagonista inaspettato per un film di spionaggio, poiché è il tipico cattivo che gli spettatori probabilmente si aspetterebbero di vedere nei thriller/horror.

“Una volta che abbiamo conosciuto Christoph Waltz/Blofeld, non potevano fare un passo indietro”, ha detto Fukunaga. “Abbiamo dovuto pensare in grande. È complicato perché non vuoi fare di un cliché un super cattivo, ma devi creare qualcuno che minacci non solo Bond e le persone che ama, ma il mondo in generale.”

“Quando penso a Safin penso a cosa ci spaventerebbe davvero, a cosa potrebbe mandarci nel panico o distruggere i nostri cuori. È quel senso di paura che lo contraddistingue”, ha aggiunto Malek. Inoltre, l’attore premio Oscar ha anche avuto la possibilità di affrontare la popolare teoria dei fan secondo cui il suo personaggio potrebbe essere una nuova versione del classico cattivo di Bond, il Dr. No. Malek non ha né confermato né negato la voce: “Sì. Interessante. Non ho intenzione di morderlo, ma penso che sia interessante. Dovranno solo aspettare e vedere.”

Tutto quello che c’è da sapere su No Time to Die

Bond ha abbandonato gli impegni in prima linea e si gode una tranquilla vita in Giamaica. La sua pace ha vita breve dopo che il vecchio amico Felix Leiter della CIA si palesa con una richiesta d’aiuto. La missione ha l’obiettivo di recuperare uno scienziato rapito e si rivela molto più complessa di quanto atteso: Bond sarà messo alla prova da un misterioso nemico dotato di una nuova arma tecnologica.

No Time to Die, il nuovo attesissimo capitolo della saga dedicata all’agente 007 che vedrà il ritorno di Daniel Craig nei panni di James Bond dopo Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre, arriverà nei cinema a partire dal 2 aprile 2021.*************tpèò5

Oltre a Daniel Craig, nella pellicola torneranno Lea Seydoux, Naomie Harris, Ben Whishaw, Rory Kinnear e Ralph Fiennes, mentre tra le new entry figurano Lashana Lynch, David Dencik, Ana De Armas, Billy Magnussen, Dali Benssalah e il premio Oscar Rami Malek.

Il film verrà girato in Gaimaica, Norvegia, a Londra e anche in Italia. La sceneggiatura porterà la firma di Neal Purvis, Robert Wade, Scott Z. Burns e Phoebe Waller-Bridge.

No Time to Die (qui il nuovo trailer ufficiale) sarà diretto da Cary Fukunaga, regista dell’acclamata prima stagione di True Detective e di Beasts of No Nation. Fukunaga, americano, è il primo regista di un film della saga a non essere britannico. A proposito della collaborazione con Fukunaga, i produttori del franchise Michael G. Wilson e Barbara Broccoli avevano dichiarato: “Siamo entusiasti all’idea di lavorare con Cary. La sua versatilità e il suo senso di innovazione lo rendono la scelta perfetta per la prossima avventura di James Bond.” 


Stefano Terracina

Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma