mercoledì, Agosto 17, 2022
HomeNewsHouse of Gucci, per Tom Ford è stato come "sopravvivere a un...

House of Gucci, per Tom Ford è stato come “sopravvivere a un uragano”

Il celebre stilista e regista Tom Ford demolisce House of Gucci, il film di Ridley Scott con Lady Gaga incentrato sull’omicidio di Maurizio Gucci.

House of Gucci, il nuovo film di Ridley Scott incentrato sull’omicidio dell’imprenditore italiano Maurizio Gucci (ex presidente della casa di moda Gucci) ordinato dalla ex moglie Patrizia Reggiani, ha diviso la critica. Ora è emerso che tra coloro che non hanno amato il film c’è anche Tom Ford, il celebre stilista statunitense, nonché regista di A Single Man e Animali notturni.

Negli anni ’90 Ford è stato direttore creativo di Gucci, contribuendo a rilanciare con grande successo la casa di moda. Appare anche in alcune scene del film di Scott, interpretato dall’attore Reeve Carney. Tuttavia, in un lungo articolo pubblicato su Arimail, Ford ha spiegato di essere rimasto assai deluso dal film con protagonisti Lady Gaga e Adam Driver.

“L’ambiziosa, brillante e splendidamente girata fiaba in costume di avidità e omicidio, è sbalorditiva per il gran numero di stelle coinvolte. Il film rivaleggia con la soap opera serale Dynasty quanto a sottigliezza, ma lo fa con un budget molto più alto”, ha dichiarato lo stilista/regista. “Il film è… beh, non sono ancora sicuro di cosa sia esattamente, ma in qualche modo mi sono sentito come se fossi sopravvissuto a un urgano quando sono uscito dal cinema. Era una farsa o un avvincente racconto sull’avidità? Ho riso spesso ad alta voce, ma dovevo farlo veramente?”

“A volte, quando Al Pacino e Jared Leto erano sullo schermo, non ero del tutto sicuro di non stare guardando una parodia della storia ad opera del Satuday Night Live. La bravura di Leto come attore viene letteralmente sotterrata dal trucco prostetico e dal lattice. A entrambi gli attori è stata data la possibilità di gigioneggiare. Devono essersi divertiti parecchio”, ha aggiunto Ford. “Paolo Gucci, che ho incontrato in diverse occasioni, era davvero eccentrico e faceva cosa davvero stravaganti, ma il suo comportamento generale non era certamente come il personaggio folle e apparentemente ritardato che emerge dalla performance di Jared.”

Poi continua: “A causa del livello e della fama del cast, la sceneggiatura è al servizio degli attori. L’impressione è che alcuni ruoli siano stati ampliati soltanto per attirare e soddisfare queste star. Man mano che il tempo scorre, gli spettatori vengono sottoposti a scene inutili e talvolta confuse che sembrano esistere esclusivamente per permettere agli attori principali di recitare.”

“Maurizio era stato estromesso dall’azienda quando io venne coinvolto come direttore creativo di Gucci e proposi la mia prima collezione di successo. Di certo, dopo quella sfilata, non mi ha mai fatto i complimenti che invece si vedono nel film”, ha spiegato Ford. “I film tendono a diventare veritieri, agli occhi degli spettatori. Finiscono per diventare una realtà alternativa che, col tempo, tende a cancellare la vera realtà, come sono andate davvero le cose.”

Alla fine, ha aggiunto: “Dopo la visione del film sono stato triste per diversi giorni. Una reazione che penso proveranno solo colo che conoscevano i protagonisti e hanno vissuto quei fatti. È stata molto dura per me cogliere l’umorismo camp in una storia così tragica. In realtà, niente di quanto è accaduto era camp. Certo, alcune cose sono state assurde, ma in definitiva è stata una vera tragedia.”

House of Gucci al cinema dal 16 dicembre

House of Gucci è ispirato alla sconvolgente storia vera della famiglia che ha fondato Gucci la casa di alta moda italiana diventata famosa in tutto il mondo. Il film racconta tre generazioni di Gucci attraverso tre decenni. Potere, Creatività, Ambizione, Tradimento, Vendetta e un omicidio. Tutto per il controllo della Maison che portava il nome della loro famiglia.

Il cast del film annovera Lady Gaga (nei panni di Patrizia Reggiani) e Adam Driver (nei panni di Maurizio Gucci), al fianco di Jared Leto (Paolo Gucci), Jeremy Irons (Rodolfo Gucci), Salma Hayek (Giuseppina “Pina” Auriemma) e Al Pacino (Aldo Gucci). Il film è uscito nelle sale americane il 24 novembre, mentre in Italia arriverà il 16 dicembre.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -