giovedì, Aprile 18, 2024
HomeNewsGuardiani della Galassia Vol. 3: James Gunn annuncia la fine delle riprese

Guardiani della Galassia Vol. 3: James Gunn annuncia la fine delle riprese

Via Twitter, James Gunn ha annunciato la fine delle riprese di Guardiani della Galassia Vol. 3, anticipando forse un dettaglio in merito alla storia di uno dei personaggi.

Si sono ufficialmente concluse le riprese di Guardiani della Galassia Vol. 3. Via Twitter, James Gunn – sceneggiatore e regista del film (così come dei primi due episodi della serie) – ha condiviso una sua foto con i membri principali del cast, tra cui Chris Pratt, Karen Gillan, Dave Bautista, Sean Gunn e Pom Klementieff.

“Questo è un riassunto della trilogia dei Guardiani della Galassia”, ha scritto Gunn, aggiungendo poi: “Adoro questo fantastico cast e questa fantastica troupe, il loro bellissimo talento e le loro anime gentili. Sono un essere umano fortunato ad averli avuti in viaggio con me per quasi un decennio”.

Poiché Zoe Saldana, che interpreta Gamora, non era presente nello scatto, Gunn ha proseguito con un altro tweet dicendo: “(E sì, anche Zoe era con noi, ma l’unica foto che ho con lei la ritrae con un attore non annunciato!)”, condividendo una foto della Saldana insieme a Jennifer Holland, la fidanzata di Gunn.

Sebbene Holland abbiamo avuto un un ruolo nella serie HBO Peacemaker, non è stata mai confermata come membro del cast di Guardiani della Gaalssia Vol. 3 e non sembra che sia lei “l’attor” a cui si fa riferimento Gunn nel tweet. Diversi nuovi personaggi dovrebbero fare la loro apparizione nel film: a quanto pare, alcuni degli attori sono state tenuti nascosti con grande successo durante le riprese.

Poco dopo aver annunciato che le riprese erano terminate, Gunn ha condiviso un altro emozionante tweet in cui ha saluto nuovamente il cast e la troupe del franchise. Alla fine, ha anche pubblicato una foto del retro del ciak usato per girare la scena finale, scrivendo: “Comunque. La troupe ha anche incollato i copriobiettivo della macchina da pressa fatti a mano sul retro del ciak per me. Tanto amore a tutti voi.”

I tre copriobiettivo hanno ciascuno un emblema relativo ai Guardiani della Galassia, con il primo che rappresenta i Ravagers e il terzo che invece rimand ad un mix tape della soundtrack di Guardiani della Galassia Vol. 3. Quello al centro è invece quello un po’ più criptico, poiché mostra solo il codice 89P13, che però rimanda ad uno dei membri fondatori del team, ossia Rocket Raccoon.

Rocket, come spiegato in Guardiani della Galassia del 2014, è il prodotto di una sperimentazione biologica illegale. Sebbene sia noto che sia sfuggito ai suoi creatori e si sia dato da solo il suo nome, si sa in realtà molto poco del suo traumatico passato. Tuttavia, in una scena del rimo film della trilogia è stato identificato dalla Nova Corps come “Soggetto 89P13”, che è probabilmente come è stato etichettato dagli scienziati che lo hanno creato.

Non è ancora noto se il codice abbia un significato rilevante. Tuttavia, l’inclusione di questo sottile riferimento alle origini di Rocket nei copriobiettivi sembra implicare che Guardiani della Galassia Vol. 3 esplorerà maggiormente la storia del personaggi.

1
Cosa sappiamo di Guardiani della Galassia Vol. 3?

Guardiani della Galassia Vol. 3, che sarà ancora una volta scritto e diretto da James Gunn, arriverà nelle sale americane il 5 maggio 2023. Nel cast torneranno Chris Pratt, Zoe Saldaña, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Karen Gillan, Pom Klementieff, Sean Gunn e Sylvester Stallone.

I dettagli sulla trama del film non sono ancora stati resi noti, ma è assai probabile che i Guardiani andranno alla ricerca della Gamora proveniente dal 2014 che, dopo la sconfitta di Thanos in Avengers: Endgame, se n’era andata per la sua strada. Alla fine di quel film, infatti, abbiamo visto Peter Quill/Star Lord che provava a rintracciarla.

Nel film, l’attore Will Poulter, noto per la saga di Maze Runner e per i film Revenant – Redivivo e Detroit, interpreterà Adam Warlock, il cui arrivo era già stato anticipato in una delle scene post-credits di Guardiani della Galassia Vol. 2, quella dove Ayesha (Elizabeth Debicki) crea un essere artificiale per sconfiggere i Guardiani chiamato, appunto, Adam.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI