Eternals: la descrizione e i possibili significati delle scene post-credits

È trascorsa una settimana dall'uscita di Eternals. È arrivato il momento di parlare delle scene post-credits e di cosa significano per il futuro del MCU.

Eternals, il nuovo film dei Marvel Studios diretto dalla regista premio Oscar Chloé Zhao, uscito nelle sale italiane lo scorso 3 novembre (qui la nostra recensione), contiene ben due scene post-credits che, ovviamente, rivelano molto a proposito del futuro del Marvel Cinematic Universe.

Di seguito, la descrizione e i possibili significati delle scene in questione. ATTENZIONE: se non avete ancora visto Eternals, vi consigliamo di non procedere nella lettura!

eternals

La scena a metà dei titoli di coda

Thena (Angelina Jolie), Makkari (Lauren Ridloff) e Druig (Barry Keoghan) hanno lasciato la Terra per cercare altri Eterni, ma la loro ricerca si è finora rivelata inutile. Tuttavia, ad un certo punto qualcuno inizia a teletrasportarsi sulla nave: incontriamo prima Pip il Troll (doppiato da Patton Oswalt della serie Agents of S.H.I.E.L.D.) e poi Eros, il fratello di Thanos, interpretato da Harry Styles (Dunkirk).

Dopo essersi complimentato per la bellezza di Thena, Eros rivela di avere una delle sfere che Ajak (Salma Hayek) e Sersi (Gemma Chan) usavano per comunicare con il Celestiale Arishem e, in seguito, formare l’Uni-Mente. Quindi, dice agli eroi che il resto degli Eterni sopravvissuti sono nei guai e afferma di sapere dove trovarli…

La scena dopo i titoli di coda

Dane Whitman (Kit Harington) non ha un ruolo di richiamo in Eternals, ma a quanto pare, alla fine del film, segue il consiglio di Sersi e, almeno apparentemente, fa ammenda con suo zio nella scena dopo i titoli di coda. Lo troviamo in piedi, in un palazzo (o in un castello), di fronte a una grande scatola rettangolare mentre cammina avanti e indietro, lottando per decidere se aprirla o meno. Alla fine decide di aprirla, e scopriamo che la scatola contiene la Spada d’Ebano.

Quest’arma leggendaria è, in realtà, la spada di Black Knight (Cavaliere Nero, in italiano) ed è dotata di tutta una serie di poteri (anche nefasti, come la capacità di corrompere chi la usa, spingendolo a seguire un percorso oscuro). Quando Dane prende la spada, una voce fuori campo gli chiede se è davvero pronto ad impugnarla. Come confermato dalla regista Chloé Zhao in un’intervista, quella voce appartiene al personaggio di Eric Brooks, ossia Blade, che sarà interpretato dal due volte premio Oscar Mahershala Alì nell’annuncio reboot che farà parte della Fase 5 del MCU. 

Le conseguenze delle scene post-credits

Eros è il fratello di Thanos, ma poiché gli Eterni sono esseri sintetici nel MCU, non possiamo ancora sapere con certezza cosa significhi il loro eventuale legame nel franchise cinematografico (ammesso che esista!). Come nei fumetti, è probabile che anche nel MCU il Titano Pazzo sia un Eterno nato deforme, motivo che avrebbe potuto spingere la gente di Titan ad allontanarlo. Tuttavia, sappiamo che i Marvel Studios non sono sempre fedeli al materiale originale quando si tratta della rappresentazione dei personaggi, quindi nell’universo cinematografico le cose potrebbe essere assai diverse. 

Poiché Eros sembra sapere dove si trovano Sersi e gli altri Eterni, è quasi certo che un eventuale sequel di Eternals si concentrerà su Eros, Pip, Thena, Makkari e Druig che viaggiano attraverso il cosmo per dare la caccia agli altri Eterni (forse daranno vita all’organizzazione conosciuta nei fumetti come Infinity Watch?). Tuttavia, è anche probabile che i personaggi torneranno in altri film prima del debutto dell’eventuale seguito.

Per quanto riguarda, invece, Dane Whitman, è probabile che la sua trasformazione in Black Knight/Cavaliere Nero avverrà prima della sua potenziale apparizione in Blade, magari in una delle prossime serie dei Marvel Studios destinate a Disney+ (forse Secret Invasion o, chissà, una serie interamente dedicata al personaggio).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui