Drew Barrymore ammette: “Pensavo che E.T. fosse reale”

Drew Barrymore ha ammesso che durante la lavorazione di E.T. di Steven Spielberg, credeva che il famoso alieno fosse una creatura vera.

Drew Barrymore ha ammesso che quando era solo una bambina, durante la lavorazione del capolavoro E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg, credeva che il burattino animatronico utilizzato nel film per rappresentare il tenero alieno arenato sulla Terra, fosse una creatura vera.

L’attrice ha svelato l’aneddoto durante una puntata del suo talk show “The Drew Barrymore Show” – in onda con successo 2020 -, in cui c’è stata una piccola reunion del cast originale del film per il 40° anniversario: la Barrymore, infatti, ha ospitato nel suo programma gli ex colleghi Henry Thomas (Elliott Taylor), Robert McNaughton (Michael Taylor) e Dee Wallace (Mary Taylor).

“Credevo che E.T. fosse reale”, ha ammesso l’attrice e conduttrice, che all’epoca dell’uscita del film aveva soltanto 7 anni. “Ricordo che una volta chiedesti ad un membro della troupe se potevi avere una sciarpa da mettere al collo di E.T., perché avevi paura che stesse prendendo freddo”, ha rivelato Thomas. “Un giorno di abbiamo visto mentre parlavi con lui e allora l’abbiamo detto a Steven. Così ingaggiò due ragazzi per mantenere in vita E.T. per farlo interagire ogni volta che tu gli parlavi”, ha ricordato la Wallace.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui