David Lynch commenta il nuovo adattamento di Dune

scritto da: Stefano Terracina

In una recente intervista con The Hollywood Reporter, David Lynch ha avuto modo di commentare Dune, il nuovo adattamento cinematografico del romanzo di Frank Herbert, che sarà diretto da Denis Villeneuve (Blade Runner 2049).

Come ricorderete, già Lynch portò il romanzo sul grande schermo nel lontano 1984, con il film che ha visto in qualità di protagonista Kyle MacLachlan. La pellicola ebbe diversi problemi di produzione e alla sua uscita fu oggetto di pesanti critiche e ottenne un successo commerciale assai inferiore alle aspettative.

Alle pagine della celebre rivista, David Lynch ha rivelato di non aver alcun interesse nel progetto di Villeneuve e, più in generale, nei confronti di Dune, proprio a causa della travagliata lavorazione che caratterizzò la sua trasposizione: “È stato un dolore per me”, ha spiegato la mente creativa dietro Twin Peaks. “Quel film è stato un fallimento e non mi hanno neanche concesso la Director’s Cut. Ho raccontato questa storia un miliardo di volte. Non era il film che avrei voluto realizzare. Alcuni parte mi piacciono molto… per il resto, dal mio punto di vista è stato un totale fallimento.”

David Lynch commenta il nuovo Dune e ricorda il suo adattamento del 1984

Dune (qui le prime immagini ufficiali) arriverà al cinema il 18 dicembre 2020. Il film, diretto da Denis Villeneuve (Blade Runner 2049), sarà diviso in due parti e verrà rilasciato anche in 3D e IMAX.

Il nuovo adattamento annovera nel cast Timothée Chalamet (Paul Atreides), Oscar Isaac (Duca Leto Atreides), Stellan Skarsgard (Barone Vladimir Harkonnen), Zendaya (Chani), David Dastmalchian (Piter De Vries), Charlotte Rampling (Reverenda Madre Gaius Helen Mohiam), Rebecca Ferguson (Lady Jessica), Jason Momoa (Duncan Idaho), Javier Bardem (Stilgar), Josh Brolin (Gurney Halleck) e Dave Bautista (Rabban “la Bestia”).

Sarà Eric Roth, sceneggiatore premio Oscar e autore degli script di opere quali Forrest Gump, The Insider e Il Curioso Caso di Benjamin Button, ad occuparsi della sceneggiatura di Dune. Il romanzo originale è ambientato nell’anno 10191: l’umanità è diffusa tra le stelle e l’universo conosciuto è retto dal Landsraad, un sistema feudale in cui le grandi casate, che possiedono interi pianeti, sono in perenne lotta per il potere.

Stefano Terracina

Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma