domenica, Ottobre 2, 2022
HomeNewsChris Rock commenta il video di scuse di Will Smith condiviso su...

Chris Rock commenta il video di scuse di Will Smith condiviso su YouTube

Chris Rock ha finalmente commentato il video di scuse pubblicato da Will Smith su YouTube in riferimento al famigerato schiaffo degli Oscar.

Durante uno show tenutosi alla O2 Arena di Londra, Chris Rock ha finalmente commentato il video di scuse pubblicato da Will Smith su YouTube in riferimento allo schiaffo che l’attore aveva dato al collega durante l’ultima edizione degli Oscar.

Come riportato da Deadline, Rock avrebbe criticato aspramente il gesto del collega, dichiarando: “Fan**lo al tuo video sotto ostaggio”, insinuando che Smith avesse realizzanto quel video non di sua spontanea volontà, ma perché costretto da qualcuno.

L’attore e comico ha poi aggiunto: “Sì, mi ha fatto male, caz*o. Lui ha interpretato Ali, ma io non riesco neanche a interpretare Floyd Mayweather.”

Nel video in questione, Will Smith aveva dichiarato di essere “profondamente pentito” per l’incidente e di essersi voluto prendere del tempo prima di rispondere direttamente alle domande sollevate dal popolo di Internet in merito all’incidente. “È stato un attimo… Negli ultimi mesi ho riflettuto molto e ho lavorato molto su me stesso…”, ammette Smith nel video. “Avete fatto molte domande legittime e volevo prendermi il giusto tempo prima di rispondere”. 

Ricordiamo che in seguito a quanto accaduto durante la cerimonia di premiazione della 94esima edizione degli Academy Awards, Smith è stato bandito per dieci anni da tutti gli eventi dell’organizzazione, inclusi ovviamente gli Oscar.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -