venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeNewsAkira: Taika Waititi parla della possibilità di dirigere il live action

Akira: Taika Waititi parla della possibilità di dirigere il live action

Circa un mese fa abbiamo appreso la notizia che Taika Waititi, regista dell’attesissimo Thor Ragnarok con Chris Hemsworth, è in trattative con la Warner Bros. per occuparsi della regia di Akira, adattamento live action del manga di genere cyberpunk realizzato da Katsuhiro Otomo.

Adesso, in una recente intervista con IGN in occasione della promozione del cinecomic Marvel, è stato lo stesso regista a parlare del progetto, spiegando come lavorerebbe qualora le trattative con la major dovessero andare a buon fine. Queste le sue parole:

“Sì, ci sono state alcune chiacchierate con la produzione. In realtà amo i manga. Mi piace anche il film, ma non farei mai un remake del film. Preferirei realizzare un adattamento diretto dei vari manga. E penso che mi piacerebbe avere un cast di giovani attori asiatici. Penso che sia l’unico modo in cui realizzerei il film.”

Nel corso degli anni numerosi sono stati i registi collegati al progetto, tra cui Daniel Espinosa (Life), David F. Sandberg (Annabelle 2 Creation) e più di recente Jordan Peele (Scappa Get Out); nel lontano 2015, Marco J. Ramirez, sceneggiatore e co-showrunner della seconda stagione della serie Daredevil, era stato ingaggiato per occuparsi dello script.

Andrew Lazar (American Sniper) e la Appaian Way di Leonardo DiCaprio si occuperanno della produzione del film. Il manga era già arrivato sul grande schermo nel 1988 grazie ad un film animato scritto e diretto dallo stesso Otomo.

Akira: Taika Waititi parla della possibilità di dirigere il live action

Il manga Akira si svolge in un arco di tempo notevolmente più ampio rispetto al film e coinvolge un maggior numero di personaggi e storie secondarie in oltre 2000 pagine. Attraverso la grandezza dell’opera, Otomo sviluppa temi come l’isolamento sociale, la corruzione e il potere. Nel 1988 è stato realizzato un film d’animazione basato sull’omonimo manga, scritto e diretto dallo stesso Otomo.

La storia del manga

La storia è ambientata nell’anno 2019 nella megalopoli di Neo-Tokyo, sorta sulle ceneri della città di Tokyo, distrutta trent’anni prima da una misteriosa esplosione nucleare che ha scatenato la terza guerra mondiale. Il governo esercita un controllo repressivo sulla città e compie esperimenti su alcuni bambini con poteri psichici latenti per potenziarli, sfruttando le loro predizioni per mantenere la pace.

Protagonisti principali della vicenda Tetsuo e Kaneda, giovani membri di una banda di motociclisti: il primo scoprirà di avere enormi poteri psichici e si trasformerà in una sorta di semidio folle, scatenando immani catastrofi per conquistare il potere assoluto, in lotta contro il mitico Akira, un altro ragazzo che, anni prima, era stato come lui potenziato dagli esperimenti del governo. Kaneda tenterà di opporsi a Tetsuo e di riportare la pace in un mondo dilaniato dall’odio e dalla follia.

Stefano Terracina
Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -