giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeFilm più AttesiAtomica Bionda: il cinema dei corpi di David Leitch

Atomica Bionda: il cinema dei corpi di David Leitch

Atomica Bionda, il nuovo frenetico film di David Leitch con protagonista la sexy e letale Charlize Theron, sta per approdare al buio delle nostre sale. Questa volta vedremo la bella attrice sudafricana catapultata nella Berlino del 1989, alla vigilia del crollo del Muro, nei panni di Lorraine Broughton, la più pericolosa spia dell’MI6 inviata nella capitale allo scopo di smontare una spietata organizzazione di spionaggio che ha appena ucciso un agente sotto copertura. Ad aiutarla una volta arrivata ci sarà l’ufficiale governativo David Percival (James McAvoy). I due formeranno una strana coppia unendo le proprie abilità nel tentativo di portare a termine la difficile missione.

Non c’è dubbio che esista un certo tipo di cinema capace di raccontare qualcosa, e di farlo pure bene, più con l’utilizzo delle immagini e del mezzo cinematografico che con la forza di una trama articolata e ben scritta. Un cinema bello non tanto per quello che racconta ma per come decide di raccontarlo. Paradossalmente capita spesso che a questo tipo di pellicole non venga data l’importanza che meritano, nonostante l’essenza stessa del cinematografo risieda principalmente proprio nelle immagini e sulla loro potenza.

Ci vengono in mente due film recenti, di generi molto diversi tra loro, che possono servire da esempio: l’horror It Follows e il post apocalittico Mad Max Fury Road. Il primo, autentico gioiello scritto, diretto e prodotto da David Robert Mitchell, è passato dalla bocca un pò di tutti ma al contempo criticato anche da molti proprio per la mancanza di una trama chiarificatrice. Ma la potenza di It Follows, tra le altre cose, sta proprio in questo: in una trama semplice ma raccontata in un modo originale. Regia, montaggio e sonoro si riappropriano di un’importanza vitale nella diegesi della pellicola supportando ma soprattutto “sostituendo” un racconto narrativamente non così articolato.

Atomica Bionda è il nuovo frenetico film di David Leitch con protagonista la sexy e letale Charlize Theron

Vale lo stesso per il capolavoro di George Miller (casualmente proprio con Charlize Theron in un ruolo paricolarmente “furioso”), road movie post-apocalittico ruvido e frenetico. Due ore di inseguimenti ed esplosioni coreografati e musicati come fossero una danza. Tra scenari mozzafiato con fulmini nel bel mezzo del deserto e roboanti motori adorati come nuovi Dei, la storia lineare e i dialoghi ridotti all’osso sono contornati da sequenze destinate a restare negli annali del cinema di genere.

Tutto questo per dire che David Leitch, il regista di Atomica Bionda, conosce bene l’importanza delle immagini in movimento; insieme a Chad Stahelski (con cui ha fondato la 87Eleven per la formazione e il coordinamento degli stuntman) ha diretto infatti l’inaspettato John Wick, cinema muscolare fatto di corpi e di azione frenetica diretti magistralmente, in cui la storia, avvincente ma senza osare in quanto ad originalità, è raccontata principalmente a suon di danzanti scontri corpo a corpo o con pistola.

Così, prima di Deadpool 2 (di cui a Leitch è stata affidata la regia) e dopo aver abbandonato il seguito di John Wick lasciato a Chad Stahelski in solitaria, arriva Atomica Bionda che nel titolo originale, Atomic Blonde, gioca con l’assonanza alle parole Atomic Bomb, particolare che purtroppo si è perso nella traduzione italiana ma assolutamente fondamentale per capire il ritmo della pellicola, già ben calcolabile dal frenetico e ipertrofico trailer.

atomica bionda

Atomica Bionda recensione del film con Charlize Theron

Un concentrato di spionaggio, ferocia e sensualità; non a caso la scena di sesso lesbo tra Charlize Theron e Sofia Boutella (vista recentemente come antagonista nel reboot de La Mummia insieme a Tom Cruise), sta già turbando le notti e i sogni di molti.

Per prepararsi alle numerose scene d’azione e scontri corpo a corpo, girati a quanto pare in uniche sequenze come molti vecchi film in modo da rendere tutto più reale, la Theron, che si è ispirata proprio a John Wick per la sua parte, ha dovuto sostenere allenamenti duri e faticosi che le sono costati pure la perdita di due denti. L’attrice infatti non ha usato controfigura ma si è cimentata in prima persona. “Gli dicevo – riferendosi al regista David Leitchfaremo finta, vero?” E David “No, in realtà scaraventerai per aria davvero grossi ceffi”.

Si direbbe quindi cinema di corpi che si picchiano e che si fanno male sul serio quello di Atomica Bionda, tratto dalla graphic novel The Coldest City di Antony Johnston e che Kurt Johnstad (lo stesso che insieme a Zack Snyder e Michael Gordon firmarono lo script di 300) ha riadattato per la sceneggiatura.

Atomica Bionda è tratto dalla graphic novel The Coldest City di Antony Johnston

Squadra che vince non si cambia e così dopo John Wick tornano alla fotografia Jonathan Sela e per la colonna sonora Tyler Bates, musicista, compositore e produttore discografico statunitense dietro anche alle meravigliose soundtrack del film Watchmen e di entrambi i Guardiani della Galassia.

Un mixtape di grandi hit degli anni ‘80 (già assaporato nel trailer) che vede brani di David Bowie, Queen, Depeche Mode, New Order, Eurythmics e molti altri, per un film che promette intense scene d’azione immerse in un’atmosfera berlinese di luci al neon con personaggi che ricordano alcuni indimenticabili di Luc Besson come quello di Nikita.

Nel cast troviamo anche James McAvoy, John Goodman, Til Schweiger, Eddie Marsan e Toby Jones, con la Theron e la stessa 87Eleven in vesti di produttori e Universal Pictures a distribuire il tutto. Non ci resta che aspettare il 17 agosto per vedere finalmente di cosa sarà capace l’agente segreto Lorraine Broughton…

Redazione
Redazione
Il team di Moviestruckers è composto da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

RECENTI

- Advertisment -