lunedì, Settembre 20, 2021
HomeFestivalFestival di VeneziaVenezia 78: Paul Schrader presenta Il collezionista di carte con Oscar Isaac

Venezia 78: Paul Schrader presenta Il collezionista di carte con Oscar Isaac

Il collezionista di carte, il nuovo film di Paul Schrader con protagonista Oscar Isaac, presentato in Concorso a Venezia 78.

A quattro anni di distanza da First Reformed, Paul Schrader torna alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica per presentare il suo nuovo film, Il collezionista di carte, in Concorso a Venezia 78, la storia di un uomo – come descritta dallo stesso regista – solo nella sua stanza di motel. Gioca a poker. Ammazza il tempo. Porta un peso. Poi, qualcosa accade.

Volendo entrare di più nello specifico, Il collezionista di carte segue le vicende di William Tell un ex inquirente militare che vive nell’ombra e fa il giocatore d’azzardo, ma senza correre troppi rischi. La sua vita meticolosa finisce nello scompiglio dopo l’incontro con Cirk, un giovane intenzionato a vendicarsi di un comune nemico. Con l’aiuto della misteriosa finanziera La Linda, Tell introduce Cirk nel circuito dei casinò per condurlo su una nuova strada. Ma i fantasmi del passato non lo abbandoneranno tanto facilmente.

“La mancanza di responsabilità che attanaglia la nostra società è uno dei più grandi problemi della contemporaneità”, ha spiegato Paul Schrader parlando del tema cardine del film, ossia l’importanza del senso di colpa. “Nel film, il protagonista è stato perdonato dalla società, ma la verità è che non riesco a perdonare sé stesso. La domanda che mi sono posto e che mi ha spinto a realizzare questo film è stata: ‘Cosa può aver fatto di così atroce e di così imperdonabile quest’uomo?’. Proprio per questo ho scelto un caso come quello dello scandalo di Abu Ghraib, perché non si tratta solo di un crimine, ma di una macchia indelebile per l’intera nazione.”

Parlando della sua collaborazione con Schrader, l’attore Oscar Isaac – tra i grandi protagonisti di quest’edizione della Mostra, presente anche con Dune e con la miniserie Scene da un matrimonio – ha raccontato: “Ho sempre sognato di lavorare con Paul. Uno dei primissimi provini che ho sostenuto una volta uscita dalla scuola di recitazione è stato proprio con lui. Quando mi ha contattato via mail diversi anni fa, per discutere del progetto, ero entusiasta e la prima cosa che gli dissi fu che erano anni che desideravo lavorare con lui. Sono aver interpretato per molto tempo personaggi da ‘green screen’ (il riferimento è probabilmente alle saghe di Star Wars e X-Men, NdR), sono contento di essere tornato ad un ruolo che mi ha consentito di poter praticare uno studio approfondito sul personaggio.”

A quel punto Schrader ha aggiunto che, inizialmente, Isaac era stato considerato per il ruolo del protagonista nel suo film precedente, First Reformed, ma che alla fine, per una questione puramente anagrafica, la scelta è ricaduta su Ethan Hawke. Quando si è poi ritrovato a scrivere Il collezionista di carte, il regista ha capito subito che Oscar sarebbe stato perfetto per la parte.

Il cast del film annovera anche Tiffany Haddish, nota soprattutto negli Stati Uniti come stand up comedian. Secondo l’attrice, il suo personaggio, La Linda, rappresenta “la luce in grado di dare un attimo di tregua al pubblico all’interno di una vicenda così drammatica”. A tal proposito, Schrader ha spiegato: “Ai tempi della lavorazione di Taxi Driver, chiesi a Martin Scorsese perché avesse ingaggiato un comico come Albert Brooks e lui mi disse che un comico riesce sempre a rendere un personaggio interessante, anche se sulla carta, apparentemente, sembra non esserlo. Quando ho iniziato a lavorare come regista, ho sempre tenuto a mente questo preziosissimo consiglio.”

Il collezionista di carte arriva oggi, 3 settembre, nelle sale italiane. Il film è sceneggiato da Paul Schrader. Il resto del cast annovera Tye Sheridan (che proprio alla Mostra di Venezia, nel 2013, si aggiudicò il Premio Marcello Mastroianni per il film Joe) e Willem Dafoe.

Il cast de Il collezionista di carte a Venezia 78

Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recenti

- Advertisment - Aggiungi MGM al tuo Prime Video. Di più dei classici che ami!