lunedì, Settembre 20, 2021
HomeFestivalFestival di VeneziaVenezia 78: il giorno di Dune di Denis Villeneuve, in anteprima mondiale

Venezia 78: il giorno di Dune di Denis Villeneuve, in anteprima mondiale

Dune, il nuovo adattamento del romanzo di Frank Herbert ad opera di Denis Villeneuve, presentato Fuori Concorso a Venezia 78.

Alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è il grande giorno di Dune, l’attesissimo nuovo adattamento dell’omonimo celebre romanzo fantascientifico di Frank Herbert ad opera di Denis Villeneuve, l’acclamato regista di La donna che canta, Arrival (entrambi presentati alla Mostra) e Blade Runner 2049.

Dune, presentato a Venezia 78 in anteprima mondiale, Fuori Concorso, narra la storia di Paul Atreides, giovane brillante e dotato di talento, nato per andare incontro a un destino più grande della sua immaginazione, che deve raggiungere il più pericoloso pianeta dell’universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e al suo popolo. Mentre forze malvagie combattono per l’esclusivo possesso della più preziosa risorsa esistente sul pianeta – una spezia capace di liberare tutte le potenzialità della mente umana – solo chi vincerà le proprie paure riuscirà a sopravvivere. Nel cast Timothée Chalament, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Josh Brolin, Zendaya e Javier Bardem.

“Dune è un libro che ha praticamente segnato la mia adolescenza e che mi porto dentro da tantissimi anni”, ha dichiarato Denis Villeneuve parlando dei motivi che lo hanno spinto ad imbarcarsi in un’impresa così ambiziosa. “Quando era solo un ragazzo, sono rimasto completamente rapito dal viaggio interiore di Paul Atreides e dalla sua continua ricerca di sé stesso. È un personaggio malinconico e solitario che, a causa dell’eredità di suo padre, è consapevole di portare sulle spalle il peso di una grandissima responsabilità.

Parlando nello specifico del lavoro di adattamento del romanzo originale, già portato sul grande schermo nel lontano 1984 da David Lynch, il regista ha invece spiegato: “Il romanzo di Frank Herbert è estremamente ricco e dettagliato e per questo l’obiettivo, seppur con tutte le difficoltà annesse, è sempre stato quello di stabilire cosa fosse necessario e cosa no da un punto di vista narrativo per permettere al pubblico di comprendere la storia anche senza aver letto il libro.”

Nei panni del protagonista Paul Atreides, che nel film di Lynch era interpretato da Kyle MacLachlan, troviamo questa volta Timothée Chalamet, l’amatissimo protagonista di Chiamami col tuo nome, che torna alla Mostra dopo aver presentato, nel 2019, Il re di David Michôd. “Ho un grandissimo rispetto per la performance di Kyle e adoro la sua versione del personaggio”, ha spiegato l’attore. “Ho visto quel film circa due mesi prima di iniziare a girare con Denis, che però mi ha detto di dimenticare quanto avessi visto e di approcciarmi al materiale originale in modo da poter modellare la mia performance esclusivamente sulle mie emozioni. Naturalmente, ho cercato di farlo nella maniera più umile possibile e sono davvero onorato di averlo interpretato.”

Anche Zendaya ha espresso tutto il suo entusiasmo per essere riuscita a vivere un’esperienza come quella di Dune e per aver avuto la possibilità di lavorare con un cast a dir poco stellare. “Era davvero molto intimidita, perché questi attori meravigliosi sono tutte persone che ammiro profondamente”, ha spiegato la star di un altro attesissimo film in arrivo nelle sale quest’anno, Spider-Man: No Way Home. “Denis è un regista davvero incredibile. Nel film non ho un grandissimo ruolo, eppure, nonostante abbia trascorso pochi giorni sul set, mi sentivo di essere diventata realmente parte di una bellissima famiglia.”

E se Josh Brolin ha ironizzato in merito alla sua partecipazione (“Ero sul set perché sono amico di Denis, ma non so per quale motivo sono stato coinvolto. Forse il mio compito era quello di far ridere la gente”), il premio Oscar Javier Bardem, noto attivista ambientale, ha voluto riflettere su quanto il romanzo originale di Herbert fosse già in anticipo sui tempi rispetto a ciò che stiamo vivendo oggi. “Lo stato attuale del nostro pianeta è sotto gli occhi di tutti”, ha detto. “C’è bisogno di fare un passo in avanti e ribaltare completamente il nostro stile di vita. Il mio personaggio si pone come obiettivo quello di salvare il suo popolo e il pianeta che abita. Ecco perché sono entrato subito in sintonia con lui, sia da un punto di vista concettuale che spirituale.”

Dune verrà distribuito in America in contemporanea nelle sale e su HBO Max il prossimo ottobre. In questi mesi, il regista Denis Villeneuve non ha mai nascosto la sua delusione per la scelta distributiva operata dalla Warner Bros. A tal proposito, ha voluto lanciare un appello, invitando il pubblico a recarsi in sala per vedere il film: “Dune è un film che deve essere visto sul grande schermo. È stato concepito per la sala IMAX. Quando lo vedrete, vi renderete conto di quanto sia un’esperienza anche fisica. Abbiamo realizzato questo film con l’obiettivo di renderlo il più coinvolgente possibile per il pubblico. Ecco perché il grande schermo fa parte intrinsecamente del suo linguaggio.”

Dune arriverà il 16 settembre nelle sale italiane, a circa un anno di distanza dalla release inizialmente fissata (il film è stato posticipato in seguito alla scoppio della pandemia di Covid-19 e alla conseguente chiusura delle sale). Il film è sceneggiato da Jon Spaihts, Denis Villeneuve e Eric Roth. Il resto del cast annovera Stellan Skarsgård, Dave Bautista, Sharon Duncan Brewster, Stephen McKinley Henderson, Chang Chen, David Dastmalchian, Charlotte Rampling e Jason Momoa.

Il cast di Dune a Venezia 78

Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recenti

- Advertisment - Aggiungi MGM al tuo Prime Video. Di più dei classici che ami!