domenica, Ottobre 24, 2021
HomeFestivalFesta del Cinema di RomaRomaFF16: Jessica Chastain presenta The Eyes of Tammy Faye

RomaFF16: Jessica Chastain presenta The Eyes of Tammy Faye

Jessica Chastain ha presentato The Eyes of Tammy Faye a RomaFF16, la 16esima edizione della Festa del Cinema di Roma.

Jessica Chastain è sbarcata a Roma per presentare The Eyes of Tammy Faye, film d’apertura di RomaFF16, la 16esima edizione della Festa del Cinema di Roma, che racconta l’ascesa e la caduta della telepredicatrice Tammy Faye Bakker che, a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, insieme a suo marito Jim Bakker (interpretato nel film da Andrew Garfield) riuscì a creare il più grande network televisivo religioso al mondo.

“Ho scoperto Tammy e Jim quando ero bambina. Sono cresciuta con loro”, ha spiegato in apertura di conferenza stampa la Chastain, che del film è anche produttrice. “Alla tv e sulle riviste non si faceva altro che parlare dello scandalo che li aveva travolti. Nel 2012, quindi molti anni più tardi, la visione di un documentario a loro dedicato mi ha spinto a voler condividere la loro storia con il pubblico. Sono rimasta sconvolta da certi dettagli, così ho capito che volevo raccontare di Tammy al di là dell’immagine che ne avevano dato i media americani e, soprattutto, al di là di suo marito. Ciò che mi interessava era il suo punto di vista.

Celebre per il suo messaggio di amore, accettazione e prosperità, Tammy Faye divenne inseparabile dalla sua immagine stravagante, ma anche dalla sua incredibile voce e dal suo desiderio di voler raggiungere persone di tutte le estrazioni sociali. “Tammy credeva davvero in qualcosa di più grande”, ha spiegato la Chastain. “Quando chiudeva gli occhi e pregava, era come se le voci nella sua testa diventassero improvvisamente reali. Non sono nessuno per giudicarla, ma credo che fosse davvero sincera, che fosse davvero una persona estremamente religiosa. Per lei operare in nome di Dio, farsi portavoce del suo messaggio, era diventata quasi un’ossessione.”

Irregolarità finanziarie, rivali truffaldini e scandali sessuali demolirono ben presto l’impero che Tammy Faye e suo marito Jim avevano faticato a costruire. “Se c’è una cosa che ho capito interpretandola, è che non voleva che gli altri provassero la solitudine e la tristezza che aveva provato lei”, ha aggiunto l’attrice. “Era di una sensibilità assoluta, possedeva il dono di connettersi agli altri con grande empatia. Interpretare un personaggio così esagerato non è facile. O lo ami o lo odi. È difficile esporsi come faceva lei e rendersi, al tempo stesso, molto vulnerabili.”

Parlando delle difficoltà incontrate durante la preparazione al ruolo, ha poi spiegato: “Non penso che Tammy fosse una femminista. Era piuttosto una naif, a tratti veramente ingenua, costantemente alla ricerca del modo migliore per servire Dio. Molti aspetti della sua personalità mi hanno aiutato a capirla davvero nel profondo, dal suo aspetto esteriore, dal trucco così pesante, al suo modo di cantare. Tammy era un personaggio sopra le righe, ma non volevamo raccontarla nella maniera cinica in cui l’avevano fatto i media durante la sua vita.”

The Eyes of Tammy Faye arriverà prossimamente nelle sale italiane, distribuito da Searchlight Pictures, con il titolo Gli occhi di Tammy Faye. Il film è diretto da Michael Showalter, sceneggiato da Abe Sylvia e interpretato, tra gli altri, anche da Cherry Jones e Vincent D’Onofrio.

Guarda il trailer ufficiale di The Eyes of Tammy Faye

Stefano Terracina
Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recenti

- Advertisment - Aggiungi MGM al tuo Prime Video. Di più dei classici che ami!