Festival di Cannes 2020: svelati i titoli della Selezione Ufficiale

scritto da: Stefano Terracina

La 73esima edizione del Festival di Cannes avrebbe dovuto svolgersi dal 12 al 23 maggio 2020. Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid-19, l’edizione di quest’anno è stata ufficialmente annullata, nonostante i dirigente della kermesse abbiano sperato fino all’ultimo di poter ancora permettere all’edizione 2020 del Festival di vedere la luce (per un certo periodo si era addirittura parlato di un’edizione che avrebbe potuto avere luogo tra la fine di giugno e i primi di luglio).

In seguito alla definitiva cancellazione della 73esima edizione del Festival di Cannes, il direttore artistico Thierry Fremaux ha annunciato di aver iniziato una serie di trattative con alcuni importanti festival cinematografici (tra cui Toronto, New York, Telluride e anche Roma) per presentare presso le kermesse “concorrenti” i film che avrebbero dovuto far parte della Selezione Ufficiale di quest’anno (e che, comunque, manterranno l’etichetta relativa al concorso di Cannes 2020).

Oggi, in una speciale diretta, Fremaux ha rivelato i 56 titoli che avrebbero dovuto comporre la Selezione Ufficiale del Festival di Cannes 2020. Tra questi spiccano The French Dispatch, il nuovo film di Wes Anderson, ma anche due episodi di Small Axe, la miniserie antologica di Steve McQueen, e il nuovo film d’animazione Disney/Pixar Soul, diretto da Pete Docter.

Di seguito la selezione ufficiale di Cannes 2020:

  • The French Dispatch, di Wes Anderson
  • Eté 85, di François Ozon (nei cinema francesi dal 15 luglio)
  • Asa ga Kuru (True Mothers), di Naomi Kawase
  • Lovers Rock e Mangrove, di Steve McQueen (episodi antologici)
  • Druk (Another Round), di Thomas Vinterberg
  • ADN (DNA), di Maïwenn
  • Last Words, di Jonathan Nossiter
  • Heaven: To The Land of Happiness, di Im Sang-soo
  • El olvido que seremos, di Fernando Trueba
  • Peninsula, di Yeon Sang-ho
  • In the Dusk (Au crépuscule), di Sharunas Bartas
  • Des hommes, di Lucas Belvaux
  • The Real Thing, di Koji Fukada
  • Passion simple, di Danielle Arbid
  • A Good Man, di Marie-Castille Mention-Schaar
  • Les Choses qu’on dit, les choses qu’on fait, di Emmanuel Mouret
  • Souad, di Ayten Amin
  • Limbo, di Ben Sharrock
  • Rouge (Red Soil), di Farid Bentoumi
  • Sweat, di Magnus von Horn
  • Teddy, di Ludovic e Zoran Boukherma
  • February (Février), di Kamen Kalev
  • Ammonite, di Francis Lee
  • Un médecin de nuit, di Elie Wajeman
  • Enfant terrible, di Oskar Roehler
  • Nadia (Butterfly), di Pascal Plante
  • Here We Are, di Nir Bergman
  • Septet: The Story of Hongkong, d’Ann Hui, Johnnie To, Tsui Hark, Sammo Hung, Yuen Woo-Ping, Patrick Tam e Ringo Lam
  • Falling, di Viggo Mortensen
  • Pleasure, di Ninja Thyberg
  • Slalom, di Charlène Favier
  • Casa de antiguidades (Memory House), di Joao Paulo Miranda Maria
  • Broken Keys (Fausse note), di Jimmy Keyrouz
  • Ibrahim, di Samir Guesmi
  • Beginning (Au commencement), di Dea Kulumbegashvili
  • Gagarine, di Fanny Liatard e Jérémy Trouilh
  • 16 printemps, di Suzanne Lindon
  • Vaurien, di Peter Dourountzis
  • Garçon chiffon, di Nicolas Maury
  • Si le vent tombe (Should The Wind Fall), di Nora Martirosyan
  • John and The Hole, di Pascual Sisto
  • Striding into The Wind (Courir au gré du vent), di Wei Shujun
  • The Death of Cinema and My Father Too (La Mort du cinéma et de mon père aussi), di Dani Rosenberg
  • En route pour le milliard (The Billion Road), di Dieudo Hamadi
  • The Truffle Hunters, de Michael Dweck di Gregory Kershaw
  • 9 jours à Raqqa, di Xavier de Lauzanne
  • Antoinette dans les Cévennes, di Caroline Vignal
  • Les Deux Alfred, di Bruno Podalydès
  • Un triomphe (The Big Hit), di Emmanuel Courcol
  • L’Origine du monde, di Laurent Lafitte
  • Le Discours, di Laurent Tirard
  • Aya to Majo (Earwig and The Witch), di Goro Miyazaki
  • Flee, di Jonas Poher Rasmussen
  • Josep, di Aurel
  • Soul, di Pete Docter

Stefano Terracina

Cresciuto a pane, latte e Il Mago di Oz | Film del cuore: Titanic | Il più grande regista: Stanley Kubrick | Attore preferito: Michael Fassbender | La citazione più bella: "Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile." (A Beautiful Mind)


Siti Web Roma