Zack Snyder’s Justice League: tutte le differenze con la versione del 2017

Tutte le differenze tra Zack Snyder's Justice League (disponibile su Sky e NOW) e la versione uscita nelle sale cinematografiche nel 2017.

Lo scorso 18 marzo, in contemporanea con l’uscita negli Stati Uniti su HBO Max, è arrivata anche in Italia, in esclusiva su Sky e on demand su NOW, Zack Snyder’s Justice League. Tutti sappiamo che l’epopea di Zack Snyder lunga ben quattro ore (suddivisa in sei capitolo e un epilogo) è molto diversa dalla versione cinematografica uscita nel 2017 e terminata da Joss Whedon, regista di The Avengers e Avengers: Age of Ultron. Vediamo insieme le principali differenze tra la Snyder Cut e la versione theatrical di Justice League:

8L’introduzione dei personaggi

In Zack Snyder’s Justice League viene prestata una maggiore attenzione alle introduzioni dei tre supereroi co-protagonisti della storia: Flash, Cyborg e Aquaman.

La prima scena in cui vediamo Aquaman è molto diversa rispetto alla versione theatrical: alcuni abitanti del villaggio di Arthur Curry si lasciano andare ad un canto, mentre l’eroe rifiuta di aiutare Bruce Wayne, arrivato da lui per convincerlo ad unirsi, insieme a Diana, nella lotta contro Steppenwolf. Il diagalogo tra Arthur e Bruce è abbastanza simile alla versione theatrical, nonostante nella Snyder Cut siano state eliminate le battute di Batman e il disegno della Scatola Madre sul muro. La scena in cui Aquaman salva uno dei cittadino e poi ritorna nel pub è presente in entrambe le versioni, nonostante il minutaggio sia decisamente più breve nella versione di Joss Whedon. In più, la persona che Arthur ha salvato dal naufragio rilascia una sostanza verde appiccicosa sulla sua mano (segno che, in realà, si trattava di un Parademone).

In Zack Snyder’s Justice League, il personaggio ci Cyborg, aka Victor Stone, appare brevemente prima della sua vera introduzione, in cui scopriamo che l’eroe, prima di diventare un cyborg, aveva un brillante futuro come giocatore di football. Scopriamo anche che fu un incidente d’auto ad uccidere sua madre, Elinore Stone, mentre Victor, insieme a lei al momento dell’incidente, morirà diverse ore dopo in ospedale, con suo padre, Silas Stone, al suo capezzale. C’è anche una lunga scena dedicata ai poteri di Cyborg e alla presa di coscienza degli stessi da parte dell’eroe (ad esempio, vediamo l’eroe fuori da una banca ricaricare il conto di una madre in difficoltà). Tutto ciò era assente nella versione cinematografica: l’unica scena che appare anche in quel taglio è il dialogo tra Victor e suo padre, anche se le battute sono molto diverse.

Per quanto riguarda Flash, alias Barry Allen, nella Snyder Cut gli viene data la possibilità di mostrare ulteriormente i suoi poteri. Mentre è intento a cercare di farsi assumere in un negozio di animali, vede l’auto di Iris West scontrarsi contro un enorme camion. Attraverso una lunga sequenza in slow motion, vediamo l’eroe accelerare per salvare la ragazza. Nella versione theatrical, Iris West è stata completamente rimossa e la prima volta che incontriamo Barry è quando va a trovare suo padre in prigione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui