Spider-Man: No Way Home, 10 Easter Eggs che forse non avete notato

Gli Easter Eggs e i riferimenti all'Universo dell'Uomo Ragno nascosti in Spider-Man: No Way Home. Siete certi di averli notati tutti?

Spider-Man: No Way Home (qui la nostra recensione) non è solo un film pieno di sorprese, ma anche di tantissimi easter egg e riferimenti all’Universo Marvel, in particolare a quello dell’iconico arrampicamuri. Eccone 10 che probabilmente non avete notato durante la visione del film. ATTENZIONE: se non avete ancora visto Spider-Man: No Way Home, vi consigliamo di non procedere nella lettura! 

10“DITKO” e “GKANE”

Durante la prima scena sul tetto con Peter e MJ, è possibile scorgere alle loro spalle dei graffiti con la scritta “DITKO”. Tutti i fan dell’Uomo Ragno sanno che Steve Ditko è il co-creatore di Spider-Man, nonché l’artista responsabile della creazione di tantissimi altri personaggi del suo universo, tra cui Green Goblin, Doctor Octopus, Electro, Lizard e Sandman (che, tra l’altro, appaiono tutti nel film!).

Tuttavia, sempre nella stessa scena è possibile scorgere anche la scritta “GKANE”, un omaggio a Gil Kane, che ha lavorato per oltre venti numeri alla serie “The Amazing Spider-Man”, ma non solo. C’è inoltre un riferimento anche a Stan Lee: nella scena sul ponte in cui avviene l’attacco di Doctor Octopus, il numero di un taxi riporta le cifre 1228; il compleanno del leggendario fumettista scomparso nel 2018 è proprio il 28 dicembre.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui