Marvel Cinematic Universe: i 10 momenti memorabili

scritto da: Redazione

Avengers Infinity War è il cinecomic più atteso di sempre. Questo nuovo capitolo del Marvel Cinematic Universe, che uscirà il 25 aprile nelle nostre sale, sarà la conclusione di un’epoca che è iniziata dieci anni fa con il primo di Iron Man del 2008.

Sono ben diciotto i film che sono usciti al cinema: il film di Anthony e Joe Russo sarà il diciannovesimo film del franchise. Nel corso di tutti questi anni abbiamo assistito a diversi momenti davvero emozionanti. Ecco perché abbiamo deciso di segnalarvi 10 dei momenti più interessanti e dei colpi di scena più emozionanti che ci hanno fatto saltare dalla poltrona durante le proiezioni.

Attenzione: se non avete completato ancora la visione dell’intera saga del MCU, questo articolo contiene dei grossi SPOILER!

Marvel Cinematic Universe: i 10 momenti memorabili

01. Tony Stark è Iron Man

Avengers Infinity War

Il primo grande momento che ci ha mandato fuori di testa è proprio nel film capostipite della saga. Il regista Jon Fevreau, anche interprete di Happy Hogan, non solo confeziona un film capace di germinare una saga dal successo indiscutibile, ma rivoluziona i canoni di base dei film di supereroi usciti fino a quel momento.

La conferenza stampa finale, in cui Tony Stark deve spiegare, tramite una scusa inventata dallo S.H.I.E.L.D., i danni subiti dalle Star Industries durante lo scontro con Obadiah Stane, viene trasformata in un’occasione d’oro per ribaltare le basi su cui poggiavano i film sui supereroi precedenti, ovvero il mantenimento dell’identità segreta; così in modo altamente spudorato, Tony Stark rivela al mondo che lui è Iron Man… e noi ne siamo immensamente felici”

02. Il Mandarino Fake

Avengers Infinity War

Facciamo un salto in avanti. Il primo film post The Avengers è Iron Man 3, il terzo capitolo dedicato a Tony Stark, e probabilmente quello meglio riuscito dal punto di vista cinematografico. Tony si ritrova a fronteggiare un nemico sfuggente, una minaccia che sembra basarsi sul fondamentalismo più pericoloso; tutto questo mentre affronta i danni psicologici causati dall’attraversamento del wormhole durante la battaglia di New York.

Il Mandarino, interpretato da un grandioso Ben Kinsley, ci appare come uno dei cattivi più spietati del MCU, fino a quando… Iron Man non scopre effettivamente che il Mandarino è una copertura! Trevor è solo un attore dai caratteri piuttosto grotteschi, dipinto meravigliosamente da Shane Black, il cui umorismo è ben noto ai suoi fan.

03. M’Baku cambia idea

Avengers Infinity War

Con il suo successo planetario, Black Panther è stata sicuramente una delle sorprese più grandi della serie del Marvel Cinematic Universe. Le emozionanti avventure di T’Challa nel Wakanda pongono questo cinecomic ai vertici delle classifiche del film del franchise. Ad appassionarci non sono solo i personaggi principali, ma anche e soprattutto quelli di contorno, che sono ben caratterizzati e che ben si imprimono nella mente dello spettatore.

M’Baku è il personaggio con la migliore evoluzione nella pellicola. Presentato fin da subito come un antagonista, capo tribù dei Jabari, l’unica tribù del Wakanda ad essersi esiliata e a non accettare il regno di Pantera Nera, diventa piano piano il personaggio chiave di lettura del tema affrontato dal regista Ryan Coogler. L’intervento di M’Baku nella battaglia campale tra le forze di Killmonger e quelle di T’Challa, al fianco di quest’ultimo, ci mostra come due acerrimi nemici possano trovare un punto d’incontro.

04. Giant Man in Civil War

Avengers Infinity War

In Captain America Civil War assistiamo ad una vera e propria battaglia fratricida. In questo caso gli eroi, che abitualmente collaborano contro un cattivo indiscusso, si ritrovano  ad affrontare le conseguenze delle loro azioni.

La battaglia all’aeroporto è sicuramente uno dei momenti più intensi del Marvel Cinematic Universe. La ciliegina sulla torta di questo scontro, però, è sicuramente la trasformazione di Ant-Man in Giant-Man! Spettacolare e davvero inaspettato, questo colpo di scena non solo riequilibra le forze in campo, ma fa letteralmente saltare ogni appassionato di fumetti dalla poltrona.

05. Loki sul trono di Asgard

Avengers Infinity War

E a proposito di poltrone, il trono di Asgard è sicuramente il luogo in cui un vero fan Marvel vorrebbe sedersi almeno una volta. Più di tutti però è l’intrigante Loki di Tom Hiddleston a bramarlo, più di ogni altra cosa al mondo. Sebbene la saga di Thor sia quella che ha goduto di minor successo a livello di critica e pubblico, in Thor The Dark World, secondo capitolo dedicato al Dio del Tuono, assistiamo ad uno dei cliffhanger più riusciti del Marvel Cinematic Universe.

Thor alla fine del film rinuncia al trono di Asgard per tornare sulla Terra, con Odino che acconsente al desiderio del figlio; quando il Dio del Tuono esce di scena, ecco che un redivivo Loki, che pensavamo fosse morto durante lo scontro con Malekith, si mostra! Il dio dell’inganno ha preso le sembianze di Odino e adesso governa Asgard al suo posto!

06. “Sono il padre di Liz!”

Avengers Infinity War

Fortunatamente il MCU ci regala altri colpi simili a quello appena descritto. Forse ancora più potente, perché davvero inaspettato, è quello che ritroviamo nell’ultimo film dedicato al tessiragnatele della Casa delle Idee, ovvero Spider-Man Homecoming. Con un mood molto leggero e giovanile, Spider-Man Homecoming ci mette fin da subito a nostro agio.

Soprattutto dopo aver visto le numerose incarnazioni precedenti, come spettatori ci sentiamo piuttosto sicuri di ciò che accadrà. Poi come un fulmine a ciel sereno, scopriamo nel momento più inaspettato che il padre di Liz, la ragazza di cui Peter è innamorato, è il suo peggior nemico, ovvero l’Avvoltoio. Michael Keaton, durante questa grande performance, ci lascia ipnotizzati!

07. Ego rivela a Star Lord l’omicidio della madre

Avengers Infinity War

Sempre a proposito di rapporti padre-figlio, ne sa qualcosa il nostro eroe intergalattico Peter Quill in arte Star Lord. L’intero Guardiani della Galassia Vol. 2 è incentrato sul significato della paternità. I Guardiani in questa avventura conoscono Ego, il padre naturale di Peter.

Il volto rassicurante di Kurt Russell ci fa pensare che Ego abbia veramente voglia di ricongiungersi con il figlio, poi però scopriamo la verità. Ego ha ucciso la madre di Peter inserendole un tumore nella testa. Questa rivelazione ovviamente scatena l’ira di Star Lord e la conseguente battaglia tra Ego e i Guardiani. Il cambio d’espressione di Chris Pratt nel momento della rivelazione è da brividi!

08. Bruce Banner è sempre arrabbiato

Avengers Infinity War

The Avengers è stato il primo crossover cinematografico di successo capace di far sognare tutti i fan dei supereroi e dei comics americani. Vedere riuniti in un solo film personaggi del calibro di Iron Man, Thor e Captain America era per molti un vero e autentico sogno. Joss Whedon lo ha realizzato ed ha inserito nella pellicola delle scene che non riusciamo più a non citare.

La battaglia di New York resta tutt’ora insuperata, ed è la sequenza d’azione più entusiasmante del Marvel Cinematic Universe. Anche qui a galvanizzarci è una battuta di Bruce Banner che ogni fan conosce a memoria e siamo pronti a ripeterla: “È questo il mio segreto Capitano, io sono sempre arrabbiato!”. Da lì segue la trasformazione in Hulk il cazzottone contro il trasporto senziente dei chitauri e la formazione ufficiale degli Avengers!

09. C’è Thanos dietro tutto

Avengers Infinity War

The Avengers non è solo un punto di svolta, ma è anche l’avvio di qualcosa di gigantesco. Le scene dopo i titoli di coda sono un must dei cinecomics di adesso, ma la scena post-credits del film di Joss Whedon ci preannuncia che tutto questo tende ad un fine ben pensato.

Thanos è uno dei villain più importanti della Marvel, colui che vuole porre fine a metà dell’universo, la minaccia più grande che gli eroi più potenti della Terra possano mai affrontare. Avengers Infinity War e Avengers 4 (ancora senza un titolo ufficiale) metteranno la parola fine ad un’epoca.

10. Il Progetto Avengers

Avengers Infinity War

Tutto però ha un inizio. Le vere aspettative dei fan, ossia tutte le fantasticherie, sono iniziate da un semplice e agli occhi dei più quasi insignificante cammeo, che solo in pochi hanno capito veramente. Gli altri lo sapranno, in futuro, quando il successo del Marvel Cinematic Universe sarà indiscusso.

Ma nel 2008, alla fine di Iron Man, solo pochi hanno esultato, solo pochi hanno capito che la Casa delle Idee aveva in mente qualcosa di veramente grande. Samuel L. Jackson si presenta a Tony Star. Due semplici parole: l’iniziativa Vendicatori. Il mondo si prepara ad una vera rivoluzione cinematografica.

Redazione

La redazione di Moviestruckers è composta da un valido ed eterogeneo gruppo di appassionati cinefili con alle spalle una comprovata esperienza nel campo dell'informazione cinematografica.


Siti Web Roma