Non solo Lady Gaga: 10 popstar che hanno conquistato il grande schermo

scritto da: Gabriele Landrini

Lady Gaga ha recentemente catalizzato l’attenzione per il suo ruolo in A Star is Born, nuovo lungometraggio diretto da Bradley Cooper che narra l’amore senza tempo tra un’aspirante cantante e un artista ormai in declino (qui la nostra recensione del film).

Acclamata a Venezia e in profumo di Academy Awards nel 2019, la voce di “Born This Way” non è tuttavia la prima popstar femminile a sbarcare sul grande schermo. Nel felice confronto tra musica pop e cinema commerciale, diverse sono state infatti le cantanti che si sono confrontate, con risultati indubbiamente altalenanti, con la sfavillante industria della settima arte.

Prima di Lady Gaga: 10 cantanti famose che hanno invaso il grande schermo

Ipotizzando una classifica (non dettata soltanto dal merito), ecco quindi 10 film che hanno segnato l’incontro – fortunato o meno – tra dive della pop music e produzioni filmiche, venendo ricordate ancora oggi.

10. Rihanna – Ocean’s 8 (2018)

Apre la classifica la cantante delle Barbados Rihanna. Conosciuta dal grande pubblico per hits come “Diamonds” e “Umbrella”, la chiacchierata diva ha solo recentemente deciso di confrontarsi con il cinema. Dopo una piccola parte nel ruolo di se stessa in This is End e un personaggio più corposo nel flop Valerian, è infatti Ocean’s 8 a segnare la svolta. La sua interpretazione non è sicuramente stata brillante, ma il buon risultato al botteghino del sequel/reboot della trilogia di Steven Soderbergh la porterà probabilmente a cimentarsi di nuovo in altri blockbusters.

9. Christina Aguilera – Burlesque (2010)

Altra interpretazione poco riuscita ma indimenticata per gli amanti del pop è quella di Christina Aguilera nel musical Burlesque. A causa forse di un’immensa Cher a rubarle la scena, la voice of generation dei primi anni Duemila non ha brillato in questo lungometraggio, tanto che la sua fulminea carriera d’attrice sembra essersi già conclusa. Ad ogni modo, una delusione solo a metà: reduce da un periodo di crisi personale e lavorativa, l’Aguilera ha potuto avere almeno una parziale rivincita a livello musicale, visto l’ottimo riscontro della colonna sonora nella Billboard 200.

8. Britney Spears – Crossroads (2003)

Altro flop, altro cult. Nel 2003, Britney Spears non era una semplice cantante, ma era un fenomeno mediatico unico nel suo genere. Fidanzatina d’America (e di Justin Timberlake), mostro da palcoscenico e smash hits girl nelle classifiche d’oltreoceano, la Spears sembrava inarrestabile, tanto da decidere di cimentarsi con la recitazione. Come prevedibile, Crossroads fu stroncato dalla critica e la sua interpretazione venne considerata la peggiore dell’anno. Ciò nonostante, il film ha rappresentato un’ottima vetrina per il lancio del terzo album della cantante e, a quasi vent’anni dall’uscita, è da molti considerato un piccolo gioiello trash dei primi anni Duemila.

7. Mariah Carey – Precious (2009)

Se per l’Aguilera e la Spears la carriera cinematografica si è fermata al primo flop, lo stesso non può essere detto per Mariah Carey. Nel 2003, in concomitanza con un periodo di forte crisi, è uscito infatti Glitter, lungometraggio a tema musicale che vedeva la Carey interpretare una sorta di alter-ego di se stessa. Stroncato dalla critica, il film è sembrato l’epitaffio cinematografico (ma anche musicale) della diva. Tutto è però cambiato nel 2009, quando la Carey è stata scelta per una parte minore in Prescious, intenso dramma al femminile che ha dimostrato anche le sue capacità recitative.

6. Beyoncé/Jennifer Hudson – Dreamgirls (2006)

Ex equo per un film che ha segnato il successo cinematografico di Jennifer Hudson e, in minor quantità, di Beyoncé. Se la seconda era già da tempo una cantante affermata, la prima era invece una semplice contendente di American Idol, non particolarmente conosciuta in patria. Il lungometraggio sulle Supremes ha però portato proprio quest’ultima all’apice, permettendole di vincere un Academy Awards. Poco male per Queen B., la sua carriera è tutt’oggi tra le più solide del panorama musicale americano.

5. Madonna – Evita (1996)

Tra le cantanti più prolifiche al cinema, Madonna è sicuramente anche una delle più ricordate. Cercasi Susan Disperatamente, Ragazze Vincenti e Travolti dal Destino sono solo alcuni dei più conosciuti film interpretati dalla cantante di “Like a Virgin”. Un lungometraggio particolarmente ricordato è tuttavia Evita, biopic musicale dedicato alla moglie dell’argentino Peron. Sebbene come sempre la sua interpretazione non sia stata particolarmente apprezzata, celeberrima è la canzone “Don’t Cry For Me Argentina”, composta nel 1975 da Andrew Lloyd Weber ma portata a nuova vita dalla diva.

4. Whitney Houston – Guardia del corpo (1992)

Sicuramente non nota per le sue avventure cinematografiche, Whitney Houston ha interpretato nel 1992 uno dei film più romantici della storia del cinema: si sta naturalmente parlando di Guardia del corpo, love story che l’ha vista dividere la scena con un giovane e affascinante Kevin Costner. Nonostante la sua interpretazione non sia indimenticabile, la Houston ha elevato questo film alla leggenda grazie alla sua splendida voce, prestata a “I Will Always Love You”. La canzone, cover di una traccia precedentemente incisa da Dolly Parton, si è rapidamente imposta nelle classifiche, diventando uno dei brani più venduti di sempre.

3. Cher – Stregata dalla luna (1987)

È l’Italia l’assoluta protagonista del gradino più basso del podio. Nel 1987 Cher aveva ormai alle spalle una lunga carriera musicale e televisiva, ma non era mai riuscita ad imporsi veramente nel mondo del cinema, nonostante alcuni ruoli di spicco (Silkwood e Dietro la maschera su tutti). Le cose cambiarono quando esce in sala Stregata dalla luna, storia di una vedova italiana che lavora a New York. Il film, che è diventato quasi subito un successo al box office a stelle e strisce, ha permesso alla cantante di conquistare l’ambito Academy Awards, confermandola definitivamente anche come diva del grande schermo.

2. Bjork – Dancer in the Dark (2000)

Lontana dalla musica pop propriamente detta ma volto altrettanto conosciuto del panorama musicale, Bjork ha lavorato nel 2000 con l’eclettico regista Lars Von Trier, diventando la protagonista del tragico Dancer in the Dark. Considerato dallo stesso cineasta un anti-musical, il lungometraggio aggiorna le logiche di Dogma 95, intrecciandole con quelle classiche dei film di genere hollywoodiani. L’operazione di Von Trier, tra le più riuscite della sua carriera, segna anche uno dei pochissimi incontri tra il mondo del cinema e Bjork, la quale ha più volte ribadito di essere arrivata a disprezzare il regista danese.

1. Barbra Streisand – Come eravamo (1973)

A concludere la classifica è proprio colei che nel 1976 diede il volto alla protagonista di A Star is Born: Barbra Streisand. La celebre cantante, nota tanto per i suoi ruoli cinematografici quanto per le sue canzoni, ha sicuramente catalizzato l’attenzione di pubblico e critica nel 1973, quando insieme a Robert Redford ha interpretato di Come eravamo, dramma d’amore e di maturazione diretto da Sydney Pollack. Nonostante la Stresand non riuscita a conquistare l’Oscar a cui era nominata, la pellicola è oggi ricordata come una delle love stories più intense e sfaccettate della storia del cinema, tanto da essere riuscita ad appassionare anche le nuove generazioni.

Gabriele Landrini

Perché il cinema non è solo un'arte, è uno stile di vita | Film del cuore: Gli Uccelli | Il più grande regista: Alfred Hitchcock | Attore preferito: Marcello Mastroianni | La citazione più bella: "Vorrei non amarti o amarti molto meglio." (L'Eclisse)


Siti Web Roma