Ghostbusters: Legacy, i 10 migliori riferimenti ai film precedenti

Ghostbusters: Legacy di Jason Reitman è pieno di riferimenti ai film originali della saga, usciti negli anni '80. Ecco quali sono i migliori.

Uno degli aspetti più affascinanti di Ghostbusters: Legacy (qui la nostra recensione) è il modo in cui il film riesce a rendere omaggio ai precedenti capitoli dell’amatissimo franchise, usciti rispettivamente nel 1984 (Ghostbusters) e nel 1989 (Ghostbusters II).

In effetti, il regista Jason Reitman ha sempre dichiarato che il film è un sequel diretto degli originali realizzati da suo padre Ivan. Di seguito vi proponiamo i 10 migliori riferimenti ai primi due episodi della saga presenti nel terzo capitolo, uscito nelle sale italiane lo scorso 18 novembre.

10Il ritorno di Janine

Ghostbusters: Legacy inizia con Egon Spengler (il personaggio interpretato dal compianto Harold Ramis nei film originali) che sta cercando di scongiurare una minaccia fantasma all’apparenza estremamente temibile. Ci spostiamo poi nella grande città dove vive Callie (Carrie Coon), la figlia che Egon ha abbandonato anni prima, la quale è costretta a badare ai due figli e a fare i conti con una serie di difficoltà. Sfrattata dal proprietario di casa, la famiglia si dirige verso l’Oklahoma per rilevare la fattoria di proprietà del nonno, ormai deceduto.

È allora che entra in scena Annie Potts, che torna brevemente nei panni di Janine Melnitz, la segretaria degli Acchiappafantasmi nei due film degli anni ’80. Janine informa Callie e i bambini che Egon era al verde e indebitato fino al collo. Il personaggio farà ritorno nella scena post-credit.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui