Dune: 10 curiosità sul famigerato adattamento di David Lynch

10 curiosità sul famigerato adattamento di Dune ad opera di David Lynch, in occasione dell'uscita nelle sale del nuovo film diretto da Denis Villenueve.

Dune, il nuovo film di Denis Villeneuve (Blade Runner 2049), è disponibile da oggi nelle sale italiane (qui la recensione), dopo l’anteprima mondiale, Fuori Concorso, alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Si tratta del secondo adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Frank Herbert del 1965, considerato uno dei capisaldi della narrativa di fantascienza. Il primo risale al 1984 e fu opera di David Lynch. Ancora oggi, quell’adattamento è ricordato come una delle produzioni più dispendiose e travagliate della storia del cinema…

10Ridley Scott abbandonò la produzione per Blade Runner

Prima che David Lynch venisse confermato alla regia, l’adattamento cinematografico di Dune era stato affidato a Ridley Scott, assunto dal produttore Dino De Laurentiis nel 1979, dopo essersi assicurato i diritti del romanzo di Frank Herbert nel 1976. Tuttavia, dopo aver trascorso sette mesi a lavorare sul film insieme allo sceneggiatore Randy Wurlitzer e allo scenografo H.R. Giger (con cui aveva già lavorato per Alien), alla fine Scott, che aveva intenzione di dividere l’adattamento in due parti, abbandonò il progetto per dedicarsi a Blade Runner.

All’epoca Scott citò la morte inaspettata del fratello maggiore Frank come motivo scatenante dell’abbandono, ma in seguito rivelò che anche la lunga e dispendiosa produzione di Dune aveva influenzato la sua scelta. Scott non avrebbe diretto il sequel di Blade Runner del 2017, ma per un strano scherzo del destino, sia Dune del 2021 che Blade Runner 2049 portano entrambi la firma di Denis Villeneuve.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui